domenica 16 luglio 2017

Il Seminatore



Mt 13, 1-23

Un Dio contadino che non si preoccupa del terreno che trova e neppure di rendere tutti i terreni uguali. Semina su quello che trova, semina a piene mani.
Accetta come dato di fatto,magari la sconfitta, ecco la grande sorpresa.
Perché il punto su cui parte non è il terreno, ma la qualità del seme.
La sua Parola che rivela il suo intervento continuo, il suo progetto su di noi.
La parola di Dio scritta nel Libro, e l’altra metà nella coscienza degli uomini.

Il seme che cade lungo la strada: " impermeabilità".
L’uomo che rifiuta Dio, che non ne vuol sapere, si sente autonomo autosufficiente. Gli bastano le sicurezze raggiunte, non cerca più, l’uomo senza personalità, su quella strada tutti ci passano  sopra. Forse all’origine c’è paura, stanchezza, delusione.
Vengono gli uccelli- ideologie, preconcetti, fanatismi- che portano via tutto.

Seme che cade nel terreno "sassoso"
Sui sassi il seme rimbalza, arriva sì, ma è un entusiasmo passeggero, è il vivere di nostalgia, di quello che si è appreso da bambini, legato ai Sacramenti, come momenti di festa, è l’accontentarsi del poco. E’ vivere la fede  con superficialità.

Seme che cade in mezzo ai "rovi".
Terreno fertile, ma incolto, il seme costretto a crescere con le erbacce che lo soffocano. Lasciarsi prendere dalle preoccupazioni del mondo, lavoro, soldi, posizione ottenuta. Lasciarsi invadere dai contromessaggi che sono contro il Vangelo.
Beati i ricchi…i belli..coloro che hanno successo…

Il seme cade nel terreno "fertile "

L’uomo che si apre in piena disponibilità all’impegno della Parola di Dio e la mette in pratica. Per far questo occorre ascolto, decisione, generosità e continuità. E allora ci si incammina sulla scia dei grandi Santi col nostro piccolo o grande contributo quotidiano.


V.Van Gogh

2 commenti:

  1. Questo brano del vangelo conferma che dal nostro libero arbitri dipende la vita eterna.
    Ciao Dani.

    RispondiElimina
  2. Sì, l'invito finale all'ascolto, con quel tanto di linguaggio misterioso e incomprensibile di Gesù, rappresenta un'esortazione per i credenti di tutti i tempi a perseverare nella fede.
    Grazie August.
    Dani

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·