domenica 21 maggio 2017

Spirito Santo



Spirito Santo

“ Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito di verità che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché egli dimora presso di voi e sarà in voi. Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi.” (Giovanni 14:16-18)

Quando recitiamo il Credo, diciamo:
Credo in Dio Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra…
E in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore…
Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica…

Il ruolo primario dello Spirito Santo è quello di portare “testimonianza “di Gesù Cristo,e di insegnare a vivere da cristiani. Rivela ai cristiani la volontà  e la verità di Dio.

“ Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto” (Giovanni 14:26)

“Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future” (Giovanni 16:13).

Lo  Spirito Santo è stato donato per risiedere in coloro che credono in Gesù per Comprendere l’essenza di Dio, e  infondere  nella nostre vite, con un risultato che non possiamo raggiungere da soli, amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, autocontrollo.


Ma chi è lo Spirito Santo?

Proviamo per un attimo a far finta di essere dei mimi, come possiamo mimare il vento? È un po’ difficile, vero?

Questo perché non possiamo toccarlo o vederlo; non possiamo dire da che punto preciso arriva o in che punto preciso andrà.
Possiamo vedere o sentire gli effetti che provoca: gli oggetti che sposta o che piega (la polvere, le nubi, gli alberi, le foglie, etc.).


A volte è leggero, a volte violento, a volte si percepisce appena; porta refrigerio in una giornata afosa, ci accarezza dolcemente o scuote tutte le cose.
Lo Spirito Santo è il movimento, proprio come il vento, la vita, scuote e spinge le vele della nostra vita nel mare dell’Amore di Dio. È proprio come l’ossigeno che ci fa respirare e vivere; è fondamentale per la nostra vita, proprio come lo è il vento per una barca a vela che naviga in mare, se non ci fosse il vento, resterebbe ancorata al porto.

A questo punto dovrebbe essere facile da capire:Ora sappiamo che lo Spirito Santo non lo possiamo vedere, ma sappiamo che è Dio infonderlo in noi, é un dono da parte sua.

Non possiamo descriverlo o dire quanto è grande, ma riusciamo certamente a vederne gli effetti.

Dio, attraverso il Suo Spirito ci parla, se lo ascoltiamo proviamo solo buoni sentimenti, non di odio, rancore, vendetta. Lo Spirito Santo, come il vento, ci spinge e ci indirizza a compiere il bene.
Se ci lasciamo condurre da Lui, possiamo sentirci più vicini al Signore, come il vento solleva ad esempio una foglia e la porta più vicina al cielo.
Pensiamo un attimo agli alberi. Quali riesce a piegare il vento? Se facciamo attenzione non sono quelli grossi e ben ancorati al terreno, sono quelli più sottili e più elastici che riescono a resistere e a rafforzarsi all’azione del vento.

Anche lo Spirito fa lo stesso con noi, ci piega, ci fa sentire il bisogno di pregare, di accettare i comandamenti e di seguirli come regole di vita; piegandoci all’Amore di Dio ci rende più forti, capaci di resistere alle prove che la vita ci riserva.

Sin dall’inizio della Genesi sta scritto: ‹‹lo spirito di Dio aleggiava sulle acque›› e quando creò l’uomo si dice ‹‹soffiò nelle sue narici un alito di vita e l’uomo divenne un essere vivente››.


Noi siamo fatti ad immagine e somiglianza di Dio; facendo questa considerazione possiamo capire che anche Dio è "relazione", è Amore. Tra il Padre e il Figlio c’è un Amore grandissimo e proprio questo dialogo d’amore tra loro due genera una terza Persona: lo Spirito Santo. Quest' ultimo impersona anche l’Amore che Dio ha per noi. Dopo questa riflessione non è possibile pensare ad una di queste persone della Santissima Trinità senza le altre due.


LE IMMAGINI DELLO SPIRITO SANTO
Nelle Sacre Scritture (Antico e Nuovo Testamento), lo Spirito Santo viene raffigurato sotto forma di svariate immagini, che rendono più semplice capire la sua vera essenza e ciò che lui fa.
il soffio di vento
La Pentecoste Atti degli Apostoli (2,1-11)

In questo brano degli Atti, lo Spirito Santo viene rappresentato sia con il vento sia con il fuoco.

Secondo simbolo:
 Il fuoco
Il fuoco brucia, riscalda, illumina, trasforma…
Lo Spirito Santo ci dona la luce, consentendoci di vedere ogni cosa e ogni persona, ci permette di guardare la strada e di saperci orientare, senza inciampare negli ostacoli.
Proprio come il fuoco, lo Spirito Santo brucia le foglie morte, fa pulizia là dove ci sono rami secchi e sterpaglie.
Scioglie il ghiaccio, rendendo più vivibile l’ambiente e ci scalda il cuore con il suo calore: è l’ardore che riscalda e alimenta la fiamma dell’amore.
Cerchiamo e leggiamo insieme tre brani principali della Bibbia dove lo Spirito Santo viene descritto sotto forma di fuoco, e che ci fanno comprendere bene questo simbolo.
Il roveto ardente (Es. 3, 2): Dio parla a Mosè tramite il fuoco, Mosè non può avvicinarsi: il peccato allontana l’uomo da Dio. Il roveto arde, ma non si consuma:
l’amore di Dio non si esaurisce mai, nonostante i nostri peccati.
La pentecoste (At. 2, 1-13): lo Spirito Santo scende sui discepoli, li illumina; attraverso il dono dello Spirito nasce la Chiesa.
La Chiesa è infatti ispirata dallo Spirito Santo;
senza di Lui non sarebbe in grado di portare la sua testimonianza.
I discepoli di Emmaus (Lc 24, 13-35): essi, dopo aver incontrato il Signore Risorto, riferiscono di aver sentito il cuore che ardeva;
lo Spirito Santo entra nel cuore di ogni uomo, cambiandolo e facendogli riconoscere Gesù Risorto.


L’acqua

Questo è un simbolo molto importante, viene usato nella Bibbia per comunicarci che Dio attraverso l’acqua ci fa rinascere a vita nuova.
Anticamente gli ebrei ritenevano che l’acqua bastasse per essere purificati, che lavasse ogni peccato e ogni colpa commessa.
Gesù però ci dice che non basta la sola acqua (non intesa come simbolo dello Spirito Santo) a purificarci, è necessario anche lo Spirito Santo.
Lo Spirito attraverso l’acqua ci rende persone nuove e cancella in noi i peccati.
Prendete ad esempio Noè: lui viene salvato dal diluvio universale perché è un uomo buono e giusto.
Pensiamo anche a Mosé, vi ricorda qualcosa che ha a che fare con l’acqua?
Dio apre le acque del Mar Rosso, permettendo al popolo ebraico di passare e salvarsi.
Ma la salvezza definitiva dal peccato ce la dona Gesù, attraverso la sua Morte e la sua Resurrezione.
Andiamo a rivedere il momento in cui Gesù in croce viene trafitto da una lancia e dal suo costato esce sangue e acqua.

La colomba

Se pensiamo alla colomba, ci vengono sicuramente in mente le parole pace e amore; anche nei tempi più remoti è sempre stata simbolo di questo.

La Bibbia usa questo simbolo per farci capire che lo Spirito Santo è Amore, proprio come abbiamo detto all’inizio.

Leggendo la Bibbia troviamo molto spesso questo simbolo.
Pensiamo ad esempio, quando Noè manda fuori dall’arca la colomba dall’arca e questa ritorna con un ramoscello d’ulivo nel becco; già qui, quindi, viene raffigurata come un messaggero di pace.

Nel meraviglioso libro della Bibbia "Cantico dei Cantici", la colomba designa una bellissima sposa; la Sposa di questo libro rappresenta la Chiesa che, animata dallo Spirito Santo, è divenuta Sposa di Dio.
Per quanto riguarda il Nuovo Testamento, anche qui troviamo alcuni brani in cui lo Spirito Santo si manifesta in forma come di colomba, primo fra tutti ricordiamo il Battesimo di Gesù nel fiume Giordano.
La colomba è bianca; questo colore ci ricorda la purezza, quella stessa purezza che dobbiamo mantenere.
Si posa su di noi e vuole fare il nido nel nostro cuore per non lasciarci mai e stare sempre vicino a noi.
È di incomparabile splendore, vola fiera piena di pace e di speranza. Lo Spirito Santo è proprio come la colomba: scende dal cielo e si posa su ognuno di noi, deve però trovare spazio nel nostro cuore perché possa costruire il proprio giaciglio e non lasciarci mai più.








2 commenti:

  1. Lo Spirito Santo è l'illuminazione che ci fa comprendere la Verità.
    Ciao Dani.

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·