mercoledì 31 maggio 2017

Libri



“Spererò sempre che tu venga.
Perché senza speranza
Non si può danzare”

Capricci del destino, l’ultimo libro pubblicato in vita da Karen Blixen, è un vero e proprio scrigno che contiene cinque perle preziose, fra i suoi racconti più belli e significativi. Queste storie, ambientate in luoghi diversi (dalla Persia alla Norvegia, dalla Cina alla Danimarca) e tuttavia parallele in quanto variazioni sul tema del contrasto tra mondo immaginario e mondo reale, tra le umane fantasie e le convenzioni dell’agire quotidiano, appartengono a quella particolarissima sfera in cui l’arte diventa più vera della realtà stessa.

Gabriel  Axel trasse da questi racconti di Karen Blixen, un film indimenticabile per misura ed eleganza. Misura ed eleganza sono d’altra parte la cifra costante dell’autrice della “Mia Africa”,  mentre nel “Pranzo di Babette” e  alle prese con una storia nordica in cui lo spirito e la carne si ritrovano, per colmo d’ironia, a dividere la stessa mensa.


Magnifico personaggio, l’eccezionale cuoca Babette, esule dalla Francia della Comune, che al crollo dei suoi ideali rivoluzionari, è costretta a sacrificare tutto e a vivere esule (lei , “grande artista”) a contatto con un mondo grigio  e frugale. 
Ma il potere visionario di Babette trionfa, paradossalmente e orgogliosamente, sulle miserie della quotidianità. Babette,si trova a servire due sorelle. Le belle e ormai anziane figlie di un venerato pastore protestante che ha fondato una sua piccola setta in un villaggio norvegese. Per gli ascetici fedeli Babette cucinerà un pranzo magnifico e per loro incomprensibile.









Scene del film " La mia Africa"









Scene del film " Il pranzo di Babette"




6 commenti:

  1. Una buona lettura di un'autrice dal grande carisma.
    Ciao Dani.

    RispondiElimina
  2. Bellissimo il primo film e ho letto più volte anche il libro.
    Idem per il pranzo di Babette.Il libro di quest'ultimo no non sapevo fosse della Blixen. In un momento più generoso lo acquisterò.
    Avevo pensato di regalare a Paolo per l'8 giugno il Kindle, ma non lo vuole....Anche a me non piace, ma ragioniamo: in casa ci sono libri a josa, attualmente ho verniciato delle assi, e sistemati in cantina i libri di antica data, ma non superati. Ora con il Kindle hai una spesa iniziale ma poi spendi meno nell'acquisto degli stessi e trovi lo spazio adatto. Se Paolo non lo vuole...io, malgrado tutto, tatto, profumo della carta, e resto mancia....io sono tentata. A luglio c'è il mio compleanno.....potrebbe essere una risposta alla prossima domanda: Mamma cosa possiamo regalarti?
    Ma ancora non sono completamente decisa. Domani Milano. Spero di trovarli tutti i miei terribili amici. Ciao a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy, anch'io preferisco il libro cartaceo.
      Buona settimana ♥
      Bacioni
      Dani

      Elimina
  3. Ho letto " La mia Africa " e " Il pranzo di Babette " e ho visto i film. Mi sono piaciuti molto. tra i due " Il pranzo di Babette " è sicuramente quello che ho preferito. Invece non ho letto " Capricci del destino " e tu mi hai invogliata a leggerlo. Grazie e felice giornata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Antonella ,è bello leggerti.
      Buona settimana.
      Dani

      Elimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·