martedì 25 aprile 2017

Festa della liberazione

Festa della liberazione nel novarese

Veveri, la colonna partigiana sta entrando in città da corso della Vittoria

Ogni novarese è passato per corso della Vittoria almeno una volta. Forse non molti però si sono chiesti il perchè di questo nome. I più anziani certamente sapranno che fino a prima della guerra il lungo viale che collega piazza Cavour a Veveri, passando per il cavalcavia, si chiamava via Sempione, proprio perchè quella era la strada di collegamento verso il passo alpino.
Il nome "corso delle Vittoria" deriva dal 26 aprile di 72 anni fa: da quella via il giorno precedente, il 25 aprile, le colonne tedesche erano fuggite lasciando la città, cercando di raggiungere la Svizzera il più velocemente possibile. Su alcuni mattoni del cavalcavia Sempione sono visibili ancora oggi i fori provocati da i proiettili esplosi dai nazisti in fuga.
Il giorno successivo, il 26 aprile appunto, le brigate partigiane poterono finalmente entrare a Novara in pompa magna: da Veveri fino a corso Cavour decine di auto, camion e uomini a piedi sfilarono tra una folla festante, sventolando il tricolore.
La guerra era finita, i tedeschi erano fuggiti, i fascisti scomparsi: finalmente la città era libera. Il corso dal quale i partigiani erano entrati a Novara non poteva che prendere il nome da quell'evento: la Vittoria.



L'ingresso dei Partigiani in Novara, nel tardo pomeriggio del 26 aprile.
 riconoscibili corso Cavour e Piazza Cavour.


Accolti dalla popolazione festante.


In via Fratelli Rosselli.

Anche molte donne hanno avuto parte importante in questa  coraggiosa
impresa.







6 commenti:

  1. Ciao Dani,il 25 aprile deve essere la festa di tutti quelli che credono nella libertà.Purtroppo molti pretendono l'esclusiva,pretendono di accettare o respingere altri e così politicamente si litiga anche sulla ricorrenza della libertà.
    Buon 25 aprile,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Politicamente trovano sempre motivi per litigare!
      Grazie Fulvio, buongiorno!
      Dani

      Elimina
  2. Si vede che sei orgogliosa per la riconquista della libertà, ma si vede anche che non c'è rancore o odio per chi aveva tolto la libertà. E questo è molto bello.
    Ciao Dani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho respirato questa aria dai miei genitori, insieme alla speranza di un mondo senza più guerre.
      Caro August, l'odio è un sentimento che non mi appartiene, non odio nessuno, e sono orgogliosa di questo.
      Un abbraccio.
      Dani

      Elimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·