giovedì 5 gennaio 2017

Siamo venuti dall’oriente per adorare il re.

Mt 2,1-12


Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». All’udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: “E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero l’ultima delle città principali di Giuda: da te infatti uscirà un capo che sarà il pastore del mio popolo, Israele”».
Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire da loro con esattezza il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme dicendo: «Andate e informatevi accuratamente sul bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo».
Udito il re, essi partirono. Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese.




Adorazione dei magi.

I magi restano personaggi misteriosi. Non se ne conosce il numero, la professione, il luogo di provenienza. L’evangelista non li descrive come i re, ma li circonda di grande venerazione. Venivano da Oriente,  ed è  particolarmente evocativa l’immagine,come allusione alla conversione  dei pagani.
I magi hanno lasciato la loro terra, e hanno intrapreso un lungo cammino; Spinti dalla ricerca di verità e salvezza. Dio va incontro a chi lo cerca con sincerità.  Il turbamento di Erode e  di Gerusalemme  è una conferma all’ossessione maniacale  che sospetta complotti  contro di lui e della maggioranza di Gerusalemme che rifiuta il Messia.
La riapparizione della stella riempie di gioia i magi, il loro  tripudio è per l’imminente incontro con il Messia, vero sole che sorge dall’alto. Portando i loro  doni: oro incenso e mirra. I Padri della Chiesa hanno ravvisato un senso simbolico nei doni: l’oro designa la regalità di Gesù, l’incenso la divinità, la mirra l’umanità sofferente.




Ricordiamo sempre: nella vita c'è per tutti la buona stella, ossia quella luce interiore, che ci indica la strada da percorrere. Ma siamo capaci di scorgerla e seguirla?


2 commenti:

  1. Da bambino credevo alla "Befana". Stavo sveglio tutta la notte per controllare il regalo. Tempus fugit, ora la Befana non esiste più e l'Epifania scema di intensità, ma qualcuno ne conosce il significato importante.
    Ciao Dani.

    RispondiElimina
  2. Pure io pensavo alla Befana , quella vecchietta a cavallo della scopa , che portava dolcetti ai bimbi buoni. E quello è il post che farò domani, ma oggi ho riflettuto sul significato vero e profondo dell'Epifania del Signore, leggendo le letture...
    Ciao August, qui è freddissimo, c'è il sole ma un vento forte e gelido, brr.
    Dani

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·