mercoledì 30 novembre 2016




Avrete visto ieri sulla home page di Google, il doodle per il 184mo anniversario della nascita di Louisa May Alcott ,scrittrice americana autrice di Piccole Donne. Una grande donna che ha combattuto per l'abolizione della schiavitù e il diritto di voto per le donne. 



Louisa May Alcott, nata nel 29 novembre 1832 a Germantown, è una scrittrice statunintense figlia del filosofo Amos Bronson Alcott. Louisa era la seconda di quattro sorelle: Anna Bronson, Elizabeth Sewall e Abigail May.
Ricevette un'educazione privata da suo padre, da Ralph Waldo Emerson, da Nathaniel Hawthorne e da Margaret Fuller; lesse e ammirò la Dichiarazione dei Sentimenti, pubblicata dalla Seneca Falls Convention sui diritti delle donne. Da adulta divenne un'abolizionista e una femminista.
A causa delle condizioni economiche in cui gravava la famiglia, fu costretta a lavorare fin da giovane come insegnante occasionale, sarta, governante, aiutante e, in seguito,
scrittrice. Anche le sue sorelle supportarono la famiglia, lavorando come sarte e governanti. La scrittura divenne per lei un modo per sfogare il suo stress e la sua creatività, scrivendo libri usando a volte lo pseudomino di A. M. Barnard.
Nel 1858, la sorella minore Lizzie morì e la sorella maggiore Anna si sposò con John Pratt.
Nel 1879, pure la sorella più piccola, May, morì e Louisa prese a carico la nipote.
Negli ultimi anni, divenne una sostenitrice del suffragio universale esteso alle donne e fu la prima donna a iscriversi alla lista dei votanti a Concord in un'elezione scolastica.
Prima del suo celeberrimo romanzo “Piccole Donne”, scrisse diversi libri quali Fiabe di Fiori, Quadri tratti da un ospedale, Mutevoli Umori... Il successo letterario lo ricevette nel 1868 con la pubblicazione della prima parte di Piccole Donne(Meg, Jo, Beth ed Amy), un racconto semi-autobiografico nel quale descrisse gli episodi della sua infanzia con le sorelle a Orchard House (chiamata così per la presenza di alberi di mele) in Concord, quest'ultimo fu anche il luogo nel quale la scrittrice statunintese scrisse il romanzo. Seguirono altri romanzi : Piccole Donne Crescono, Piccoli Uomini, e, I Ragazzi di Jo.



Piccole Donne è un romanzo che tutte le ragazze in età adolescenziale hanno letto e riletto,  è stato fatto anche un film, che ho stravisto. Forse la storia di questo quattro ragazze mi ricordava la mia famiglia noi eravamo cinque sorelle. In famiglia ne parlavamo sempre nel giorno di Natale dove ci ritrovavamo tutte, e si rideva e scherzava, giocando  a chi ricordava più frasi celebri del romanzo:


“L'amore è un fiore che sboccia dovunque, compie i suoi dolci miracoli sfidando il gelo dell'autunno e la neve dell'inverno e torna a rifiorire, turgido e fragrante durante il corso dell'anno, rendendo felice chi lo dona e chi lo riceve”.

“Non desidero essere cattiva, ma voglio essere felice.”

“Vorrei che portassimo ferri da stiro sulla testa per impedirci di crescere. Ma disgraziatamente i boccioli diventano rose e i gattini gatti!”

“Natale non sarà Natale senza regali”, Che cosa tremenda essere poveri!”





Alcune immagini del film






6 commenti:

  1. L'importante è che il libro piaccia a te.
    Mai letto.
    Ciao Dani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel genere di romanzo solitamente sono le donne a leggerlo.
      Ciao
      Dani

      Elimina
  2. adoro quel libro e pure il film!!!! che bello!!!

    RispondiElimina
  3. Un film dai sentimenti puri dove c'era sempre una lacrima pronta ad essere versata perchè c'impadronevamo delle storie dei personaggi facendole nostre....almeno per me.
    C'era Meg che desiderando la perfezione di un bel nasino, dormiva con una molletta per i panni, appunto sul naso. Sai che ho provato a farlo anch'io? Ma faceva male e ho smesso immediatamente dopo due secondi!!!! Buon mese di dicembre. L'operazione di mio cognata è riuscita ora è in rianimazione e sarà fuori pericolo dopo le 48 ore.....1° tagliando fatto. Si accettano preghiere.Buona notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta per Pino, si riprenderà presto vedrai.
      Un bacione.
      Dani

      Elimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·