martedì 8 marzo 2016

La donna



Dedicato alle donne che hanno lasciato  un'impronta profonda nella nostra esistenza





Giovanna d'Arco ( Jeanne d'Arc); Domrémy, 6 gennaio 1412 – Rouen, 30 maggio1431 è un'eroina nazionale francese, venerata come santa dalla Chiesa cattolica, oggi conosciuta anche come la Pulzella d'Orléans.
Riunì al proprio Paese parte del territorio caduto in mano inglese, contribuendo a risollevarne le sorti durante la guerra dei cent'anni, guidando vittoriosamente le armate francesi contro quelle inglesi. Catturata dai Borgognoni davanti a Compiègne, Giovanna fu venduta agli inglesi che la sottoposero a un processo per eresia, al termine del quale, il 30 maggio 1431, fu condannata al rogo e arsa viva.
Nel 1456 papa Callisto III, al termine di una seconda inchiesta, dichiarò la nullità di tale processo.

Beatificata  nel 1909 da Pio X e canonizzata nel 1920 da Benedetto XV, Giovanna fu proclamata patrona di Francia.






Maria Tecla Artemisia Montessori (Chiaravalle, 31 agosto 1870 – Noordwijk, 6 maggio 1952) fu un'educatrice, pedagogista, filosofa,medico e scienziata italiana, internazionalmente nota per il metodo educativo che prende il suo nome, adottato in migliaia di scuole materne, primarie, secondarie e superiori in tutto il mondo; fu tra le prime donne a laurearsi in medicina in Italia.







Maria Skłodowska Curie, nasce a Varsavia nel 1867, chimica e fisica polacca poi naturalizzata francese. Fu la prima donna ad insegnare alla Sorbonne dove aveva precedentemente portato a termine la sua formazione e dove in veste di docente, incontrò Pierre Curie con il quale si unì in matrimonio.

Nel 1903 vinse il premio Nobel per la fisica insieme al marito ad Antoine Henri Becquerel. In seguito alla tragica morte del marito (un carro gli schiacciò il cranio), si ritirò ad una vita di solo studio nel quale scoprì il polonio e il radio, minerali radioattivi che estrasse dalla pechblenda, una sostanza che veniva usata per fare i quadranti degli orologi.
Proprio per questi studi, portati a termine anche grazie alla sua assistente Blache Witman, fu insignita del premio Nobel per la chimica nel 1911.
A causa della radioattività, alla quale era stata esposta costantemente, si ammalò e morì nel 1934, ancora oggi i suoi appunti e persino i suoi ricettari da cucina sono custoditi in una scatola di piombo e chiunque voglia consultarli lo può fare solo con le debite protezioni. La parte della vita di Madame Curie che hanno fatto di lei oggetto di studio nella chimica e nella fisica, oggi è conosciuta dalla maggior parte delle persone, sicuramente è stata una pioniera e l’orgoglio di tutto il genere femminile.
Ma Marie Curie può essere considerata una pioniera anche per altri punti di vista. In un’epoca dove per le donne era sconveniente anche uscire da sola in giardino, lei viaggiava da sola per tutta Europa. In sintesi senza ombra di dubbio, Marie Curie non può essere considerata una gran donna che ha semplicemente fatto parte della storia, lei la storia l’ha scritta. 








Madre Teresa di Calcutta, all'anagrafe Anjezë Gonxhe Bojaxhiu  Skopje, 26 agosto 1910 –Calcutta, 5 settembre 1997.
 A18 anni decise di entrare nella Congregazione delle Suore Missionarie di Nostra Signora di Loreto. Partita nel 1928 per l’Irlanda, un anno dopo è in India. Nel 1931 la giovane Agnes emette i primi voti prendendo il nuovo nome di suor Mary Teresa del Bambin Gesù (scelto per la sua devozione alla santa di Lisieux), e per circa vent’anni insegna storia e geografia alle ragazze di buona famiglia nel collegio delle suore di Loreto a Entally, zona orientale di Calcutta. Il 10 settembre 1946, mentre era in treno diretta a Darjeeling per gli esercizi spirituali, avvertì la “seconda chiamata”: lei doveva lasciare il convento per i più poveri dei poveri. Lasciò le suore di Loreto il 16 agosto 1948. Nel 1950 la sua nuova congregazione delle Missionarie della Carità ottenne il riconoscimento dalla Chiesa. San Giovanni Paolo II la beatificò il 19 ottobre 2003. Papa Francesco in data 17 dicembre 2015 ha riconosciuto un miracolo attribuito all'intercessione della Beata che apre la strada alla sua canonizzazione. Il 15 Marzo prossimo Papa Francesco firmerà la canonizzazione.












Sorridi donna, 
sorridi sempre alla vita 
anche se lei non ti sorride. 
Sorridi agli amori finiti, 
sorridi ai tuoi dolori, 
sorridi comunque. 
Il tuo sorriso sarà 
luce per il tuo cammino, 
faro per i naviganti sperduti...
Il tuo sorriso sarà 
un bacio di mamma, 
un battito d'ali, 
un raggio di sole 
per tutti.

Alda Merini



Essere donna è così affascinante.
È un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida, che non finisce mai.
Oriana Fallaci






6 commenti:

  1. Vorrei aggiungere un'altra grande donna, per giunta italiana: la scrittrice sarda Grazia Deledda. Benché avesse soltanto la quarta elementare, fu la prima donna italiana a vincere Il premio Nobel per la letteratura.
    Un saluto e l'augurio di uno splendido 8 Marzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Mr.Loto, ne ho tralasciate molte altre grandi donne, altrimenti il mio post veniva un libro!
      Grazie degli auguri!
      Dani

      Elimina
  2. Ciao Daniela, davvero molto bello il tuo modo di ricordare questa giornata. Uno dei post più significativi che ho visto.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Antonella,ricambio l'abbraccio ♥
      Dani

      Elimina
  3. Grazie Dani.
    Le sante sono di grande spessore.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te August.
      Ciao, buona giornata!
      Dani

      Elimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·