venerdì 11 dicembre 2015

Profumo di liquirizia....




Mi sono trovata in una tabaccheria per acquistare i bolli per affrancare dei biglietti, davanti a me c’erano due bambini intorno ai dieci anni , che, con in mano  cinquanta centesimi chiedevano per quella cifra caramelle, indicando al venditore quali tipi e gusti. Ed ecco che il venditore  aprì dei contenitori di vetro, prendendo ora qua, ora là, vari tipi di dolcetti.  Un profumo di liquirizia e di zucchero si sparse nel negozio  e mi venne da sorridere, perché, tanti e tanti, e tanti anni fa, mi ritrovavo nella esatta situazione di quei bambini. Quel profumo mi ha rituffato nel mio passato, quando prima di entrare nella scuola, passavo dal cartolaio per comperare i pennini, 

 e con il resto di quaranta lire, la mamma mi permetteva di comperare dei dolcetti. Comperavo delle “stringhe” di liquirizia e qualche gommone al lampone. Per me era felicità. Era un tempo di grandi ristrettezze, e potere prendere delle leccornie era cosa rara. Così mi tornarono alla mente i pennini che sceglievo per la bella calligrafia,  il mio banco con alla destra il calamaio che la bidella provvedeva a riempire prima della campanella, che paura per cercare di non fare macchie,  ed avere la carta assorbente sempre per benino riposta nel quaderno. Mamma mia quanti ricordi!

La cattedra della maestra sulla predella,  il crocifisso appeso al centro  dell’aula, i gessi al loro posto alla lavagna, la carta geografica alla parete, in alto in un angolo il box dell’altoparlante per ascoltare le comunicazioni del direttore, Il momento iniziale del giorno con la preghiera. Davvero tanti ricordi, e molto belli vissuti con il cuore di bimba.






4 commenti:

  1. Una gradita emozione.
    Ciao Dani.

    RispondiElimina
  2. Quanto mi fa tornare indietro questo post! Mi hai ricordato le mie dieci lire per comperare qualche dolcetto prima della scuola. C'era un negozietto lungo la strada e, se la mamma mi dava il soldino, mi fermavo lì. Parlare ora di dieci lire fa ridere i miei nipoti.
    I tuoi ricordi sono anche i miei. Io comperavo il bastone dolce che succhiavo poi per lungo tempo. Credo fosse anche quello liquerizia. I miei pennini preferiti erano quelli con la torre che davano una calligrafia molto fine.
    Bella Daniela la tua immagine per gli auguri che accetto e ricambio con tutto il cuore.
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello condividere Paola!
      Un abbraccio ♥
      Dani

      Elimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·