martedì 17 febbraio 2015

Novaresità






Conoscere la mia città anche attraverso il carnevale.

Le maschere di Novara: Re Biscottino e la Regina Cunetta.



 Gli scalatori del CAI di Novara (Club Alpino Italiano) scenderanno dal campanile del Duomo e l’ultimo della cordata consegnerà le chiavi della città alla principessa Biscottina; che le darà al Sindaco di Novara, il quale a sua volta le consegnerà a RE BISCOTTINO. 

Il Sindaco consegna le chiavi della città a Re Biscottino
Sfilata dei “reali” novaresi e dei rappresentanti dei rioni, attraverso le vie del centro storico.


MASCHERE dei RIONI novaresi, tra parentesi traduzione

Centro città SCIAVATIN   (calzolai)
Sant’Agabio  RANAT        (pescatori di rane)
 Sant’Andrea RIMULASS  (ravanelli)
 San Martino LADAR e ASSASIN  (ladri e assassini)
 San Rocco SANRUCHIN   (san Rocchini)
 Porta Mortara GIUSIPIN   ( Giuseppini)
 Sant’Antonio URTULAN  (ortolani)
Santa Rita LAVANDERI     (lavandai)
San Paolo PUFAT                (Coloro che hanno i debiti)
Cittadella D’la SCITELA     ( della Cittadella)
 V.Dalmazia RESGA DA PES   (lisca di pesce)
Rizzottaglia RISON                   (riso grande)
 Torrione Q. SUCLON              (zoccoloni)
Olengo SALAMIN                    (salamini)
Lumellogno GATT                     (gatti)
Pernate MASSACURAT            (ammazzappreti)
Vignale MALGASC                 (meliga)
Veveri CININ            
 Bicocca MURSÈ



Seguiranno sino ad oggi (ultimo giorno di carnevale) ovvero “Il martedì grasso”
Manifestazioni per i bambini anche nei vari rioni, con danze e giochi.
Un po’ di storia…

Nella seconda metà dell'Ottocento, con l'avvento de
lla rivoluzione industriale, la città incominciò a trasformarsi e nacquero i primi laboratori di pasticceria, come quelli di Gaiani-Grassini e Camporelli. Così, nel 1872, quando il comitato promotore per le feste carnevalesche decise di dar vita ad una festa di alto livello, la città fu ribattezzata Biscottinopoli e fu creata un nuova maschera "RE BISCOTTINO", per valorizzare un prodotto tipico di Novara che stava rapidamente conquistando il mercato dolciario. Per l'occasione durante una serata danzante, al re fu data anche una nuova moglie. Follia. Nel 1885 Re Biscottino ricomparve vestito come un sovrano del 1600, con scettro e corona: al suo fianco aveva una nuova regina la CUNETTA, interpretata ancora da un uomo come volevano le usanze di un tempo. Originalissima questa maschera. A Novara siamo ancora in Piemonte ma si sente già l'aria di Milano: importante darsi da fare operare, industriarsi. Così la maschera impersona, non una dolce fanciulla ma la realizzazione di una utile opera. La Cunetta, infatti, dal latino "Cuniculum, canale", è l'opera idraulica più importante che abbiano fatto i novaresi. La Cunetta fu progettata nel 1667 e doveva essere scavata tutto intorno alla città, per convogliarvi l'acqua piovana e quella dei rigagnioli che raccoglievano i rifiuti. Il lavoro, molto lungo fu terminato nel 1738 dai Savoia. 
Scrive Gaudenzio Barbè, nel Corriere di Novara del febbraio del 1982 <<Le acque, dunque, che prima formavano ampie zone paludose sotto i bastioni, furono avviate con la rapida pendenza nella roggia che venne chiamata Cunetta. L'aria divenne veramente più salubre, diminuirono le epidemie, e la città, da squallida come era, si trasformò in un luogo ospitale. Se Re Biscottino giovava al portafoglio dei novaresi, Cunetta ne favoriva la salute>>.



Domani è un altro giorno!!!

2 commenti:

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·