sabato 3 gennaio 2015

Il Messia


I Magi dell'oriente

Ora, dopo che Gesù era nato in Betlemme di Giudea al tempo del re Erode, ecco dei magi dall'oriente arrivarono a Gerusalemme,  dicendo: «Dov'è il re dei Giudei che è nato? Poiché noi abbiamo visto la sua stella in oriente e siamo venuti per adorarlo».  All'udire ciò, il re Erode fu turbato, e tutta Gerusalemme con lui. E, radunati tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi, del popolo, s'informò da loro dove doveva nascere il Cristo.  Ed essi gli dissero: «In Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta:  "E tu, Betlemme terra di Giuda, non sei certo la minima fra i principi di Giuda, perché da te uscirà un capo, che pascerà il mio popolo Israele"».  Allora Erode, chiamati di nascosto i magi, domandò loro con esattezza da quanto tempo la stella era apparsa.  E, mandandoli a Betlemme, disse loro: «Andate e domandate diligentemente del bambino, e, quando l'avrete trovato, fatemelo sapere, affinché io pure venga ad adorarlo». Ed essi, udito il re, partirono; ed ecco, la stella che avevano veduta in oriente andava davanti a loro finché, giunta sul luogo dov'era il bambino, vi si fermò.  Quando essi videro la stella, si rallegrarono di grandissima gioia.  E, entrati nella casa, trovarono il bambino con Maria sua madre e, prostratisi, lo adorarono. Poi aperti i loro tesori, gli offrirono doni: oro, incenso e mirra.  Quindi, divinamente avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un'altra strada fecero ritorno al loro paese.
Erode , vistosi ingannato dai Magi si adirò fortemente e  mandò ad uccidere tutti i bambini di Betlemme e dintorni, dai due anni in giù, in considerazione del tempo preciso indicatogli dai Magi.


Erode non ne sa molto, di cose di fede.Si è fatto strada con la spada e l’astuzia, lui meticcio,mai veramente accettato dai giudei,
 capace di meritarsi un regno vassallo dell’aquila romana. 
Ha cercato in tutti i modi di farsi amare dal suo popolo. E ha osato ciò che mai nessuno 
aveva anche solo sperato: ha ricostruito il tempio.Quando arrivano i Magi, migliaia di uomini stanno restaurando l’edificio e la città da più di vent’anni e i lavori proseguirono dopo la sua morte per altri sessant’anniIl tempio ha fatto rinascere la classe sacerdotale- ora è tutto un pullulare di pellegrini
 e di ricchezza.La nascita del Messia è una disgrazia, per lui.La religione serve solo a mantenere intatto il potere che ha conquistato.Gli Scribi sanno dove deve nascere il Messia,hanno studiato la Scrittura.  
E così i sacerdoti del tempio, che lo attendono da mille anni.Fra Gerusalemme e Betlemme ci sono pochi chilometri e, grazie ai Magi ora sanno che è nato. 
Ma non escono dal tempio. Non serve il Messia, ci sono loro basta e avanza.Gerusalemme, la città santa, è abituata a tutto:ha visto gli eserciti assediarla e 
distruggerla, ha visto profeti e re. Ma l’idea  che il Messia da tutti invocato sia 
veramente arrivato spaventa la gente.

Abbiamo paura delle novità.Abbiamo paura di Dio.



1 commento:

  1. Hai ragione, troppo spesso abbiamo paura delle novità! Buona Epifania!

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·