venerdì 5 dicembre 2014

Che ne abbiamo fatto?


Il Signore Dio ci ha affidato la terra affinché noi ne avessimo cura, e la
conservassimo per il futuro di chi fosse venuto dopo di noi…


E noi che ne abbiamo fatto?

"LE RADIAZIONI DI CHERNOBYL UCCIDONO ANCORA".
NELLA ZONA IL TEMPO SI È FERMATO ALL'86.

L'emittente statunitense CBS ha dedicato una puntata del programma 60 Minuti proprio al disastro di Chernobyl e al pericolo nucleare che da quel maledetto 26 aprile 1986 non è mai svanito. «Le radiazioni non hanno una durata precisa, potrebbero anche durare in eterno», avvertono gli esperti. L'Unione Sovietica, all'epoca, aveva inviato 500 mila militari per far evacuare tutti gli abitanti delle zone circostanti, per spegnere l'incendio divampato nella centrale e rimuovere le scorie nucleari. Successivamente, il reattore numero 4 fu coperto con una sorta di rudimentale sarcofago, ma il materiale di cui era costituito non sarebbe durato in eterno. Il clima rigido del nord dell'Ucraina, infatti, ha seriamente danneggiato la costruzione con cui si è tentato di mettere in sicurezza la centrale. Una tempesta di neve, due anni fa, ha distrutto parte del tetto, lasciando la costruzione scoperta. I livelli delle radiazioni, che fino a quel momento si erano abbassati col tempo, sono di nuovo aumentati. Il problema, ora, non può più essere ignorato, ed è per questo che con i fondi raccolti da oltre 40 diversi paesi è stata organizzata lacostruzione di un gigantesco arco, al di fuori della zona di rischio. L'opera, successivamente, sarà fatta scivolare verso il vecchio 'sarcofago', fino a sigillare del tutto il reattore danneggiato. Nei cantieri lavorano 1400 uomini e, quando la costruzione sarà pronta, ci vorrà almeno un'ora per spostarla ogni volta di appena dieci metri. Non è però il tempo di spostamento dell'opera a preoccupare i supervisori del lavoro. Uno di loro, Nicholas Caille, ha infatti spiegato: «Ci sono difficoltà intrinseche in questo tipo di lavoro, ma tutto è rallentato a causa della mancanza di fondi. Con la crisi tra Ucraina e Russia abbiamo perso diversi finanziatori, ed ora mancano ancora circa 750 milioni di dollari quando finora ne sono stati spesi diversi miliardi».


1 commento:

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·