lunedì 18 agosto 2014

Purezza






La notte dal 14 a 15 agosto, padre Kolbe è ancora in vita; poggiato con la schiena al muro, sommessamente prega.
Verso mezzanotte un aguzzino entra, vede che Kolbe respira ancora. Si avvicina con una siringa, vuol fare una iniezione per ucciderlo.
L’indomani 15 agosto, festa della Madonna Assunta, il soldato incaricato di pulire il bunker trova padre Kolbe seduto con la testa leggermente appoggiata al muro e gli occhi grandi spalancati, fissi come in una visione. Il volto trasfigurato sprigiona una tenue luce. Dirà più tardi quel soldato:
Mentre gli altri cadaveri erano sporchi e avevano il volto contratto dallo spasmo della morte, trovai il corpo del padre Kolbe era pulito, sembrava che qualcuno l’avesse rimesso a nuovo, non dimenticherò mai l’impressione enorme che fece su di me.
I compagni di prigionia tentarono di salvare il cadavere di padre Kolbe. Non ci fu verso: i corpi di tutti quei dieci furono buttati nei forni crematori, che appestavano l’aria giorno e notte.
Più tardi ci fu chi si ricordò di un episodio scherzoso che padre Kolbe era solito raccontare.
Quando era bambino, la mamma sua gli chiese: “dimmi un po’, cosa farai quando sarai grande?”
E il piccino che abitava vicino a una chiesa, era sgusciato nel tempio. Poi tornato fuori, le aveva risposto:
“Sai mamma, ho visto la Madonna; mi è apparsa. Aveva in mano due corone: una era bianca, e l’altra di rose rosse. Mi ha detto di scegliere. La bianca significava che io sarei sempre rimasto puro
E na corona rossa voleva dire che sarei morto martire.
…E tu?...chiese la mamma.
…Le ho prese tutte e due.

Nella notte del 15 agosto 1941 la Vergine era scesa nel bunker con in mano le due corone.


                                                                    T. .Bosco. Pescatori di uomini



1 commento:

  1. Ciao Dani,
    nel male totale dei campi di sterminio la grande figura di Padre Kolbe ci mostra che il Bene è sempre presente e attivo attraverso strade imperscrutabili.Noi esseri comuni non siamo tenuti all'eroismo, ma queste vite dei Grandi ci aiutano a cercare di essere migliori e a sperare anche nella disperazione.
    A te una serena giornata:)

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·