martedì 22 aprile 2014

Il clown



Nello studio di un celebre psichiatra si presentò un giorno un uomo
apparentemente ben equilibrato, serio ed elegante.
Dopo alcune frasi, però, il medico scoprì che quell'uomo era
intimamente abbattuto da un profondo senso di malinconia e
da una tristezza continua ed assillante.
Il medico inizi
ò con grande conscienziosità il suo lavoro
terapeutico e, al termine del colloquio, disse al suo nuovo paziente:
 "Perché non va al circo che è appena arrivato nella nostra città?
Nello spettacolo si esibisce un famosissimo clown che ha fatto  ridere
E divertire mezzo mondo: tutti parlano di lui, perché è unico. Le farà bene, vedrà".
Allora quell'uomo scoppiò in lacrime, dicendo: "Quel clown, sono io".

10 commenti:

  1. La tristezza del clown.
    Ciao Dani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisognerebbe essere sempre se stessi, e non come il "mondo ci vuole"
      Ciao August!
      Dani

      Elimina
  2. Infatti sono sempre stato convinto che i clown sono le persone più tristi del mondo.
    E il circo, in genere, mi mette sempre tristezza: sembra sempre una festa che sta per finire... sai, quando le luci di un salone da ballo si riaccendono? Ecco, il circo per me è quello.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Mikiz, anch'io ho sempre pensato così, sai forse sarò impopolare non ho mai portato i miei figli quando erano bimbi al circo, anche perché non ho mai condiviso che gli animali subissero addestramenti per spettacoli. Che tristezza!!!

      Miki il tuo commento mi ha ricordato la canzone famosa della Vanoni: La musica è finita...gli amici se ne vanno...che inutile serata!!!
      Ciao buon pomeriggio!

      Elimina
  3. I clown mi hanno sempre provocato una grande tristezza.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anto forse perché la loro ilarità è solo una forzatura?
      Ciao carissima♥ un abbraccio!
      Dani

      Elimina
  4. Daniela, ho letto e non pubblico. E' immondizia.
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. I re dei tempi medievali e anche prima e dopo volevano il giullare perchè li facesse divertire e poi la storia raccontava come loro (i giullari) erano tristi. Ricordi il Rigoletto di Verdi? Il pagliaccio piange (cantando) per il rapimento della figlia su di un'"aria" molto bella" e il Pierrot con la lacrima?
    Io i miei figli li ho portati al circo e si sono sempre divertiti! Gli animali? Cavalli bellissimi e non ho mai pensato ai maltrattamenti. Adesso che mi ci fai pensare...no, non c'ho mai pensato! Ma gli anni del circo sono molto lontani! A carnevale il vestito da pagliaccio era il più richiesto. Dapprima solo qualche toppa sui pantaloncini e sulle maniche, poi dei veri costumi, con il cerchio inserito. Stoffa comperata al mercato (quella delle fodere per intenderci)! E non erano tristi, anzi! Notte!!

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·