lunedì 26 novembre 2012

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne





Le donne più forti amano i diversi, gli sbagliati, quelli che poi si rivelano incredibilmente giusti.
Le donne forti amano i personaggi deboli del loro tempo, ma forti nel futuro.
Le donne forti amano fermare i pianti di chi sa.
Le donne forti sono forti e glielo puoi leggere addosso.
Le donne forti hanno sofferto.
Le donne forti non cedono per seguire altri esempi.
Le donne forti si creano, ma riescono a distruggersi cercando di capire perché si sono create così.
Le donne forti amano le soluzioni difficili, purtroppo capiscono che sono le uniche.
Le donne forti amano in modo diverso, amano forte.
Le donne più forti il più non lo conoscono, perché il più sono loro.

(Erika Moon)





Era una ragazza semplice, di quelle che sognano dietro 
ai libri e alle poesie, e se la vita è carogna non importa, una ragione buona
 per sorridere la trovi comunque. Era un tipo così. Ed era carina, questo bisogna dirlo. 
Non del genere vistoso, quelle che ti giri a guardarle. Più semplice.
 Ma aveva qualcosa che ti accalappiava, niente da dire, ce l’aveva. 
Come una specie di limpidezza, di trasparenza. Era quel tipo di donna che
 quando ce l’hai tra le braccia, sai che lei è lì, proprio tra le tue braccia e da
 nessuna altra parte. Non so se avete presente. 
Ma è una cosa rara. E bellissima, nel suo genere.

Alessandro Baricco

                                                                                                                                                       

“La violenza distrugge ciò che vuole difendere: la dignità, 
la libertà, e la vita delle persone.”
Giovanni Paolo I
I




 

 Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli
 di neve che turbinavano fuori dalla finestra.
Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una

 donna infelice da qualche parte del mondo.
 Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi,
 e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente.
“A ricordo di come soffrono le donne come noi” aveva detto.

 “Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso”.

K. Hosseini, Mille splendidi soli




20 commenti:

  1. Grazie Dani a nome di tante donne che vorrebbero, come dice Baricco, essere prese tra le braccia e accarezzate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lucy, è la terza volta che commento in risposta a te, ma blogspot,fa le bizze! Ora ci riprovo...
      Volevo dire , che alcuni uomini sono davvero ignoranti, non sanno quanto è importante l'abbraccio e il calore della propria donna!
      Bacione!

      Elimina
  2. Ciao Daniela,
    ho scorso con emozione questi cinque momenti che ci proponi, ognuno con un linguaggio diverso, ma uniti da un significato che rende universale il dramma, anzi la tragedia delle donne, cioè dell'umanità intera.
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marilena, da sempre la donna è stata "non considerata"!
      Gesù ha voluto dare un esempio attraverso i suoi atti a dare la dignità alla donna, ma alcuni uomini, tanti, sono ignoranti, sono peggio delle bestie.
      Ciao Cara, buon pomeriggio!

      Elimina
  3. La violenza si accanisce con le donne da sempre. E' una barbarie senza fine.
    Ciao Gioia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo uomini intelligenti sanno che la donna non è antagonista ma alleata nel cammini della vita!
      Ciao Gus, sono contenta di rivederti!

      Elimina
  4. .... chissà quando ci sarà una giornata A FAVORE della gentilezza e dell'amore verso le donne....queste giornate "contro" mi pare che rafforzino i problemi in questione piuttosto che indebolirli.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mr. Loto credo che queste giornate aiutino a portate a conoscenza e a evidenziare un problema grave, attuale, in cui l'uomo, quasi sempre un famigliare stretto si accanisce sulla donna in un'escalation di violenza fino a al massacro. Molte donne per paura o per vergogna non denunciano il fatto. Questo le può aiutare a parlare.
      Grazie Ciao!

      Elimina
  5. Credo che l'istituzione di queste giornate servano a ricordarci che esiste dei problemi ma che sia necessario dopo mettercela tutta per risolverli. In questo caso ci vuole una cultura di base che deve iniziare dalla famiglie e proseguire con la scuola.
    Mi dispiace comunque affermare, chiedo scusa ai credenti e chiedo scusa a nostro Signore, ma qui non centra nulla Gesù...E' un grave problema umano e terrestre...
    Ciao cara un baciobacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dobbiamo imparare che non esistono cose o fatti che Gesù non centra o non centra.
      Gesù Cristo è nella nostra vita Sempre! Un credente non può scindere fatti che Lui non è interessato.
      Io credo e quindi so che Gesù è sempre con me, non sta nelle cose del cielo, Lui è accanto a noi nella nostra umanità, nella nostra debolezza,nelle nostre amenità, nel nostro peccare, per meglio sostenerci nell'aiutare la nostra conversione, e combattere il male. Certamente dobbiamo permetterGli di entrare nella nostra vita, e non tagliarlo fuori.
      Capisci Annamaria, Lui è con noi sempre, se glielo permettiamo.
      Un abbraccio.

      Elimina
    2. Dany, io non ho affermato che Gesù NON è con noi anzi al contrario io CREDO che Dio è con Noi, ma siamo noi esseri umano che dobbiamo darci da fare per risolvere per risolvere i problemi terreni. La donna brutalizzata nel momento in cui riceve la violenza maschile non pensa a Dio...ma a come uscire da questo suo "problema" esistenziale...
      E' un argomento molto difficile da trattare qui sul web, troppo difficile...

      Elimina
  6. Cara farfalla leggera, credo che in parte tu abbia ragione, ci vuole una formazione di base e la famiglia per prima e la scuola poi, dovrebbero dare il loro contributo. Ma c'è bisogno anche che i mass media aiutino con messaggi rivolti al rispetto per la donna. Ciao, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pienamente d'accordo anche se non ho molta fiducia nei mass media. Mentre credo molto nelle donne e nella solidarietà tra donne, anche se sono consapevole che si molto persa...
      P.S scusami Daniela da se ho occupato il tuo spazio ma questo è sempre stato un grande interesse per me.

      Elimina
  7. @Stefyp.
    @Farfalla,
    E' un argomento importante , è bello dialogare, e più pareri sono necessari per confrontarsi.
    Grazie carissime!

    RispondiElimina
  8. Ciao,
    mi complimento con te per il modo che hai avuto di trattare l'argomento, davvero un post magnifico e che raccoglie citazioni e parti di libri profondi, belli e veritieri.
    Mille splendidi soli poi è uno dei miei preferiti
    Buona serata e grazie per il tuo commento sul post di Natale ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Audry,altrettanto a te, a presto!

      Elimina
  9. Anche essere colpiti da una rosa può essere pericoloso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende cosa intendi per essere colpiti, per esempio il Piccolo Principe era colpito piacevolmente dalla "sua" rosa!
      Ciao Ric,a presto!

      Elimina
  10. voi donne siete meravigliose... mi piace tanto soprattutto la prima poesia, credo che te la ruberò prima o poi :P

    RispondiElimina
  11. Grazie Domenico, è un bellissimo complimento!
    prendi pure ciò che vuoi!
    Buonaserata!

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·