sabato 20 ottobre 2012

Riccardo P.










 Riccardo, è molto bravo nei racconti, è sintetico ma riesce a spiegare tutto ciò che è 
 accade, senza tralasciare particolari importanti.
 Così  mi è tornato molto forte e vivo il desiderio di rileggere il post che scrisse
ad Aprile del 2009 . 
Emozioni e impressioni dell’incontro  che  avvenne  a casa mia , 
 con Antonietta (laprimaparola), Gianni suo marito, Ric, e la mia famiglia.


Il Gabbiano
 

La storia:
Eravamo tutti sulla piattaforma di Splinder , quando ci conoscemmo,  Ric, Anto ed io.
 Il mio blog si chiamava “Gabbiano”
Fra noi c’era molta intesa, condivisione nella fede, sintonia di valori importanti, quali la
famiglia e l’amicizia, così si ipotizzò un incontro reale, che prese forma  in occasione della  partecipazione di Anto alle nozze della nipote a Milano.
Ci organizzammo per trovarci a casa mia,… continua nel post di Ric…







— 15 aprile 2009

Oggi abbiamo fatto un incontro.
Era oggi e non vent’anni fa.
Daniela la trovai esattamente come traspare dal suo Gabbiano. Che non è un gabbiano ma una farfalla. Strano.

Daniela si accompagna a Lucio, che lo immaginavo con una lunga barba. Chissà come mai. Strano.
Antonietta giungeva da lontano con suo marito. Con Lucio li raggiungemmo in un posto in cui non li trovammo. Antonietta la trovai esattamente come è nella Primaparola. Però la immaginavo più bassa. Antonietta si accompagna a Gianni, che non lo immaginavo. Però è alto. Strano.

E quindi ci trovammo baci e abbracci.

Spremetti tre arance. Che si sposarono con le fragole.

Daniela in cucina preparò molti buoni piatti. Gianni si prodigò nella riunione della mani sotto un’unica parola. Grazie.

Antonietta ci portò in dono il suo Gioco dell’oca. Che però non era un gioco, ma un libro. Strano.

Per casa vedemmo passare Emanuele coi capelli per aria. E poi passò anche Luca. Ma più tardi. Sabrina non passò di lì.
Antonietta ci mostrò le immagini di persone che non erano lì con noi, e che erano di un altro tempo, e di un altro luogo. Anche Daniela ci mostrò immagini di un altro tempo passato. Quasi quasi erano venti anni fa. Io non avevo foto perché non lo sapevo che si giocava con le figurine.

Come dicevo fra quelle mura vi fu una giornata ricca di racconti: v’erano innumerevoli porte che si aprivano ma in cui era difficile entrare giacché subito dopo se ne apriva un’altra che si affacciava su una strada e da quella strada se ne diramavano altre che portavano in altri luoghi con altre porte: per cui gli uomini stettero spesso affacciati a seguire le traiettorie in cielo tracciate delle donne: erano trame di voci che non emettevano suoni ma rumori, di conversioni su una strada che aveva una forma a T, di corpi che giacevano in un letto senza più parlare, di corpi che non dormivano per il dolore, di mani che scrivevano nel buio conoscendo la fine della pagina, di mosaici che divennero copertine, di tappeti venuti in volo da Gerusalemme, di corpi che camminavano nella notte di Natale sotto la neve piangendo lacrime come una piccola fiammiferaia che accende un lume per scaldare i piedi in un letto matrimoniale, di tendoni che volavano nel cielo come corpi sospinti dal Vento, di una lancia che trafisse il costato di Cristo e ne uscirono sangue ed acqua come raggi di luce che inondarono il mondo di Misericordia:

Domenica sarà la festa della Misericordia.

E finalmente giunse il famoso strudel di Daniela!

Poi arrivò anche Angelo. Che però è un Angelo domenicano. Strano. (e così ho finito gli strano e il racconto di oggi che non era vent’anni fa. Avrei dovuto scrivere la storia senza accenti ma non ci sono riuscito) 

 ♥♥♥



Nel frattempo Lucia nostra   fedele lettrice, amica mia da sempre, aprì pure lei un blog, e si unì alla nostra combriccola…bella bella!



Noi tutti.





10 commenti:

  1. E' bello, veramente bello.
    Ciao Gioia.

    RispondiElimina
  2. Ciao Dani, un avvenimento bellissimo raccontato in modo incomparabile. Bravi!
    Antonella

    RispondiElimina
  3. Mi sembra di ricordare,,,, :-)
    Un bel ricordo.
    Sostanzialmente c'incontrammo anche ad un matrimonio. Che non era il nostro.

    RispondiElimina
  4. che bella combriccola, e che post originale....strano, ma originale! buon proseguo di vita a voi tutti!

    RispondiElimina
  5. Sono commossa. Ricordi che si rinnovano ogni giorno nell'incontrarvi sui blogs che per noi non è proprio virtuale!!! Un bacione a tutti nell'attesa di un nuovo incontro!

    RispondiElimina
  6. Questo sì che è uno "scintillante!"

    RispondiElimina
  7. Una bellissima combriccola...è bello incontrarsi e condividere la gioia di guardarsi negli occhi. Buonanotte a te e serena domenica :)

    RispondiElimina
  8. @Gus,
    Sì, il nostro incontro è stato edificante.

    @Antonella,
    Molto importante, e credo questo serva a far capire, che, chi è sincero, è sincero sempre , web o vita reale.
    Grazie Antonella1♥

    @Ric,
    Grazie di tutto!!!

    @Fioredicollina,
    Grazie,!
    Buona domenica!

    @Lucia,
    Noi siamo così Lucia, non potremmo essere diversamente!

    @Anto,
    Che bello!!!♥

    RispondiElimina
  9. Ho voluto fare questo post,di "vita vera" perchè ultimamente, lingue malevole che girano attorno a noi , insinuano, falsità, doppiezza di comportamenti pluralità di personalità, questo a loro uso e consumo, segno di grande ignoranza, invidia e incapacità di relazioni vere, di vita vera. Queste personcine insinuano inciuci,inverosimili, parandosi dietro a persone oneste , e incapaci per (compassione) a sbugiardarle e bannarle in modo che non spargano più veleno.
    Grazie amici cari!

    RispondiElimina
  10. Posso unirmi alla bellissima combricola con un grandissimo baciobacio, grandissimo come voi?

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·