mercoledì 22 febbraio 2012

Conversione



LA GIOIA DI CREDERE
(Madeleine Delbrel)

Poiché le parole non sono fatte per rimanere inerti nei nostri libri,
ma per prenderci e correre il mondo in noi,
lascia, o Signore, che di quella lezione di felicità,
di quel fuoco di gioia che accendesti un giorno sul monte,
alcune scintille ci tocchino, ci mordano, c'investano, ci invadano.
Fa' che da essi penetrati come "faville nelle stoppie"
noi corriamo le strade di città accompagnando l'onda delle folle
contagiosi di beatitudine, contagiosi di gioia.
Perché ne abbiamo veramente abbastanza
di tutti i banditori di cattive notizie, di tristi notizie:
essi fan talmente rumore che la tua parola non risuona più.
Fa' esplodere nel loro frastuono il nostro silenzio che palpita del tuo messaggio.
Nella ressa confusa senza volto fa che passi la nostra gioia raccolta, più risonante
Che le grida degli strilloni dei giornali, più invadente che la tristezza stagnante
della massa

2 commenti:

  1. Una bella poesia che è riflessione.

    Poco fa ebbi una discussione con un giornalista (che scrive anche sul Fatto Quotidiano) circa ici e chiesa.
    Come al solito è partito con una serie di affermazioni talmente sicure che sembravano vere....
    Salvo poi vedere approfonditamente che la realtà è ben diversa.

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa poesia. Descrive benissimo la realtà deprimente e senza speranza in cui viviamo. E' vero che siamo veramente stanchi di ascoltare e vedere brutture. Il messaggio del Signore non fa rumore, ma è l'unico che ci può dare gioia e sopratutto salvare.
    Grazie per le tue parole e per il passaggio sul mio blog. Un abbraccio :)

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·