martedì 13 dicembre 2011

Santa Lucia

Santa Lucia la Vergine Siracusana nella Divina Commedia di Dante




 
Santa Lucia è creatura umana, materna nel prendere Dante assopito,
dopo un colloquio con illustri personaggi in una località amena 
(la "Valletta dei Principi") e, a condurlo alla porta d'ingresso del Purgatorio


« Venne una donna e disse: I' son Lucia / lasciatemi pigliar costui che dorme;
/ sì l'agevolerò per la sua via » 

 Purgatorio (IX, 55-57)

 

 
Infine, la vergine siracusana è spirito celeste, quando al termine del viaggio 
ultraterreno, nel Paradiso, Dante personaggio su indicazione
di S. Bernardo, la rivede nel primo cerchio dell'Empireo,
accanto a Sant'Anna e a San Giovanni Battista, nel trionfo
della Chiesa da lei profetizzato durante il martirio:


 « Di contr' a Pietro vedi sedere Anna, / tanto contenta di mirar sua figlia
/ che non move occhio per cantare osanna. / E contro al maggior padre di famiglia
/ siede Lucia, che mosse la tua donna, / quando chinavi, a ruinar, le ciglia »

(ParadisoXXXII, 133-138)







La storia di Santa Lucia
In Sicilia, ai tempi di Lucia (IV secolo), c’era il paganesimo. La giovane ragazza decise comunque di convertirsi al cristianesimo perché molto credente e interessata al Vangelo e alla figura di Cristo. Si sa però che le donne hanno sempre dovuto sottomettersi al volere della famiglia e degli uomini e Lucia, purtroppo, era una giovane ragazza cui non era concesso di vivere la propria fede liberamente, perché era stata promessa in sposa a un uomo che non amava e soprattutto senza fede.

La sua storia però precipita quando la madre si ammala gravemente e la ragazza decide di andare sulla tomba di Sant’Agata per implorare la guarigione.  La Santa le apparve e, in cambio, le chiese di aiutare i poveri e le predisse il suo martirio. La giovane, all’epoca aveva circa 25 anni, tornò a casa, sempre più decisa a vivere la sua fede e a dedicarsi agli altri, per Cristo e per la sua mamma malata.
Il fidanzato ovviamente non prese bene la decisione e decise di vendicarsi. A quei tempi i cristiani erano perseguitati e Lucia non poté fuggire a questo triste destino. Le vennero prima strappati gli occhi e  poi fu uccisa. Prima di morire però riuscì a ricevere l’Eucaristia e predisse a Diocleziano, l’imperatore dell’epoca, la sua fine e la fine delle persecuzioni.
Il 13 dicembre è il giorno del suo martirio e in molte città e regioni d’Italia, la Santa, accompagnata dal suo asinello, porta i regali ai bambini.  I bambini – proprio come accade scrivono una letterina e attendono la ragazza preparando del cibo e  per la bestiola. 
 Il 13 dicembre è anche il giorno più corto dell’anno, perché quasi cinque secoli fa cedeva il solstizio d’inverno.  Ricordiamo che Santa Lucia è la santa della vista, e degli occhi (si narra che ne avesse di bellissimi) e in molti paesi del Nord Europa in questa giornata si festeggia proprio la Luce. La giovane Santa è, infatti, portatrice di Luce che combatte e sconfigge le tenebre del male.



 





3 commenti:

  1. Abbiamo letto la storia di santa Lucia all'ospedale. Ascoltava attenta.
    ciao

    RispondiElimina
  2. Sono Lucia. A Novara nel mio giorno onomastico si celebra la S. Messa in una Chiesettina che s'apre solo il 13 dicembre. E' piccola, la gente siede raccolta e supplica la Santa comunicandole i desideri del cuore. E' tutto molto bello. Grazie Dani per aver pubblicato la storia. Baci

    RispondiElimina
  3. @Lucia Nadal.
    Ciao ce l'hai fatta?

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·