martedì 8 febbraio 2011






La migliore relazione è quella in cui
l’amore per l’altro supera
il bisogno dell’altro.







17 commenti:

  1. A proposito della Giannini, Daniela, cosa pensi della sua maternità (benché una figlia sia sempre la benvenutissima)?

    Buona giornata!

    Pié

    RispondiElimina
  2. secondo me viaggiano insieme..
    buona giornata Dany

    RispondiElimina
  3. Sìììììììììììììììììììììììììììììììì è verissimo. Amare non vuol dire dipendere... ma dare.

    RispondiElimina
  4. @passeggio,
    ciao Michele, grazie anche dell'invito,ma difficilmento riuscirò a partecipare,
    comunque "in bocca a lupo"

    RispondiElimina
  5. A me la Nannini piace. Il resto...sono problemi suoi.Ciao a tutti!

    RispondiElimina
  6. La Nannini ha avuto un figlio? Ma perché, è sposata? E con chi?

    RispondiElimina
  7. utente anonimo8 febbraio 2011 19:05

    #9

    Già!

    Carlo.

    RispondiElimina
  8. utente anonimo8 febbraio 2011 20:39

    Antonietta,
    hai fatto un bellissimo commento, a nome e per conto di chi figlio.

    Carlo.
    in lettura e d'accordo con Pasquale.

    RispondiElimina
  9. @Se il figlio è frutto dell'amore, ha in sè il seme dell'amore.Alla coppia il figlio viene affidato da Dio perchè a sua volta porti molto frutto per la sua Chiesa.

    RispondiElimina
  10. Quoto Riccardo.
    Di conseguenza, ora, lo so, lascio una brutta provocazione: è frutto dell'amore un bambino concepito dopo uno stupro?
    In quel caso, è "il frutto dell'amore  che ho per la persona che davanti al Signore ho scelto come mio compagno per la vita"?
    E può essere il frutto di un amore dato a chi ama il prossimo come se stessi, anche se questo prossimo è il proprio aguzzino?

    RispondiElimina
  11. @piero Ogni vita ha un valore intrinseco indipendentemente da come è nata, perchè la vita è dono di Dio e non dipende da noi.
    Nella risposta *11 ho esposto le ragioni per cui i genitori devono essere due e di sesso diverso.
    In Genesi 1,27 leggiamo
    Dio creò l'uomo a sua immagine;
    a immagine di Dio lo creò;
    maschio e femmina li creò.
    Noi crediamo in Dio uno e trino, un Dio famiglia. Dio ha affidato alla relazione tra il maschio e la femmina il compito di renderlo visibile al mondo, di essere la sua icona, il suo ostensorio vivente. Solo la relazione tra due diversi è feconda, dà vita, rende felici (Felice dal verbo greco"phio"io fecondo- io do vita).

    RispondiElimina
  12. utente anonimo9 febbraio 2011 13:43

    Questa ci viene suggerita dall'amico Pasquale:
    peccato che a doverne parlare son sempre gli adulti, mai i nascituri, o mai chi non si è voluto far nascere alla vita, pur avendolo concepito.

    Rosella e Carlo.

    RispondiElimina
  13. utente anonimo9 febbraio 2011 13:47

    ... e aggiunge:
    anche per una questione di democrazia!

    Roscar.

    RispondiElimina
  14. Daniela, tuttavia, ha rimarcato una cosa che ritengo fondamentale: "non tutti, purtroppo, hanno la fede e ragionano di conseguenza."

    Di conseguenza, sappiamo che purtroppo esistono anche famiglie - e comprendo in tale varietà quelle che potrebbero dichiararsi anche cristiane - che non hanno tanto amore e i cui figli crescono infelici.
    Dunque ritorno al mio ultimo quesito: perché non far adottare a una coppia gay, o alle stesse permettere le tecniche di fecondazione, e lo stesso per le aspiranti mamme o padri in cerca di utero in affitto, se daranno molto più amore di cosiddette famiglie normali, e questi figli - sempre figli di Dio - saranno felici ed educati?

    RispondiElimina
  15. utente anonimo9 febbraio 2011 14:01

    Il problema senza soluzione è comunque quello espresso da Pasquale (#12-22-24):
    --poter conoscere il pensiero di chi è (prossimo) figlio. Ma siamo, ovviamente, nell'irrealizzabile.
    Per cui...

    Roscar (2)

    RispondiElimina
  16. Partiamo da una domanda:
    - è più grande l'amore della Nannini che ha voluto un figlio con un metodo non naturale, non secondo la legge di Dio?
    o
    - è più grande l'amore della Nannini che ha accettato di non avere il figlio che non poteva avere con un metodo naturale e quindi non è andata contro la legge di Dio?

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·