mercoledì 5 gennaio 2011

Epifania




 



La solennità dell’Epifania ci conduce a riflettere sul mistero della
manifestazione di Gesù al mondo.
C’è un passaggio dall’essere nascosto all’essere manifesto, uno svelamento
che passa attraverso dei cercatori, uomini che “vennero da oriente a Gerusalemme”
(Mt.2,1) con una domanda:”Dov’è colui che  è nato, il re dei Giudei?”
Probabilmente uomini di corte, forse maghi, astrologi; sicuramente pagani,
non appartenenti al popolo dell’alleanza, uomini abituati a guardare il cielo, a
osservare e scrutare gli astri: “Abbiamo visto spuntare la sua stella” diranno
appena giunti a Gerusalemme.

Questi cercatori, con i loro desideri, le loro domande, gettarono lo scompiglio
nella città santa”
Il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme”(Mt 2,3), quella che invade
il cuore  del re è un’agitazione, un’intima inquietudine, che provoca paura.
I Magi con la loro ricerca mettono in subbuglio la corte e la stabilità religiosa
e politica del tempo.
Erode convoca una seduta straordinaria del sinedrio per informarsi sulla nascita
del Messia (Mt4-5).
Adesso anch’egli chiede, s’informa, ma l’obiettivo ultimo della sua ricerca  non
è tanto l’altro,quanto se stesso e la salvaguardia del suo trono.
Egli, idumeo, aveva ottenuto il titolo di re dei Giudei da parte del dominatore
romano, e ora si trovava improvvisamente di fronte alla possibile minaccia
costituita dal vero “re dei Giudei”

Si ricorre così alla Scrittura, a parole custodite da generazioni, che adesso,
illuminate dalla stella apparsa in oriente, brillano in tutto il loro significato:
Il Messia nascerà a Betlemme, la manifestazione del re avviene unendo insieme
Il segno della stella apparsa ai pagani e la Scrittura alla luce della stella è il
Desiderio di chi cerca, il desiderio di chi si muove per venire incontro a
“colui che è nato”, di chi parte per adorarlo.(Is 60,4)

Alzati , rivestiti di luce, perché viene la tua luce,
la gloria del Signore brilla sopra di te.
Poiché la tenebra ricopre la terra, nebbia fitta avvolge i popoli;
ma su di te risplende il Signore, la sua gloria appare su di te.
Cammineranno le genti alla tua luce, i re allo splendore del tuo sorgere.





2 commenti:

  1. ...Hai pubblicato quanto si propone alla riflessione e alla cultura:-)

    RispondiElimina
  2. Cara Daniela,grazie delle tue bellissime parole,è meraviglioso  il reciproco rispetto delle diverse convinzioni.Per la" Stella" la mia non è ancora giunta per illuminarmi il cammino o forse è già passata e io non me ne sono accorto.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·