sabato 30 ottobre 2010

La strada




 





Mio padre era un arameo errante. Si Abramo era un beduino e per lungo
tempo fu pure nomade la sua discendenza,
La professione di fede degli ebrei iniziava con tale dichiarazione che, in realtà,
riguarda tutta l’umanità. L’uomo, infatti, sente di essere pellegrino sulla terra e
rende e tende a una patria definitiva che si trova oltre tutte le strade da lui
tracciate sul globo terrestre, “ Perché vagare per strade difficili e faticose?” si
chiedeva sant’Agostino nella sua inquieta ricerca della verità; e implorava:
“Traccia tu una strada davanti a me”. A questo grido del cuore umano Dio ha
Già risposto; egli stesso, nella persona del Figlio, si è fatto Via e compagno di
viaggio: “E’ discesa la Via per stancarsi nella via”, dice ancora sant’Agostino.
Cristo è veramente il tramite di congiunzione tra la terra e il cielo, la Via al Padre.
Nell’ambito cristiano nasce quindi, lungo i secoli e i millenni, una spiritualità
della strada, Anzitutto si diffonde la consuetudine dei pellegrinaggi, quasi per
ricalcare le orme del Maestro Nazareno. Partivano muniti dello stretto necessario,
affidati alla provvidenza e al cuore ospitale degli abitanti delle regioni che attraversavano
per raggiungere le mète: Gerusalemme, Roma, Santiago di Compostella e,
successivamente,
altri santuari.

Uomini e donne animati da grande fervore religioso trascorsero mesi e anni, talvolta
l’intera vita, su queste strade costruite dalla cristianità.  Benché sia riduttivo il nominarne
soltanto alcuni, ricordiamo almeno Egeria,l’intrepida  pellegrina della Terra Santa,
san Colombano e i suoi monaci irlandesi il cui ideale era proprio la peregrinatio,
san Francesco con i suoi frati mendicanti, e santa Brigida di Svezia, santa Caterina da Siena,
san Benedetto Labre…Per tutti costoro la strada era il luogo della solitudine e della preghiera,
dell’incontro e dell’annunzio, Ed ecco come si presenta l’ormai a tutti noto pellegrino russo.
(secolo XIX): “Per grazia di Dio sono uomo e cristiano, per azioni grande peccatore, per
vocazione pellegrino della più misera specie, errante di luogo in luogo.
I miei beni terrestri sono una bisaccia sul dorso con un po’ di pane secco e,
nella tasca del
camiciotto, la Sacra Bibbia. Null’altro”.
Del resto tutti costoro non hanno fatto altro che imitare Gesù il quale per compiere la sua
Missione sulla terra si è fatto itinerante, Con i suoi apostoli”percorreva tutta la Galilea,
insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni
sorta di malattie e di infermità nel popolo”. Così canta Fedor Ivanovic Tjutcev:
“Il Re del cielo nei suoi umili panni, / ti percorse tutta intera, terra natale, benedicendo”.
Sulla srada egli incontra i poveri, i malati, gli indemoniati, gli zoppi e i ciechi…
Tutta un’umanità ferita sulla quale si china pietoso, come un buon samaritano…
Ma ogni strada che Gesù percorre lo conduce al luogo del suo estremo sacrificio.
Il Calvario. La via Crucis è la sua strada maestra attraverso la quale ritorna al Padre e
apre a tutta l’umanità l’ingresso al regno dei cieli.
Ed è ancora sulla strada che egli, risorto si accompagna ai due discepoli diretti a
Emmaus, Così egli continua a camminare, accanto a ciascuno di noi… secondo la sua
ultima promessa.

Tuoi sono i cieli  (Anna Maria Canopi)

1 commento:

  1. Dolce stella


    Guardo il cielo stellato,

    e il tuo sguardo incantato,

    l'incanto di un giorno che hai tanto aspettato,

    lo sguardo di mamma e di un bimbo ormai nato,

    e la gioia del mondo da un bimbo salvato.


    Sabrina Ronca

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·