martedì 24 agosto 2010

-5




Visto che, finalmente posso fare il conto alla rovescia per  quando la mia casetta
sarà “pronta”posso pensare a ciò che succede attorno a me-noi, per  brindare
alla buona riuscita…naturalmente con un buon bicchiere di vino!








Tempo di vendemmia…


La nostra Italia si sa , produce vino buono.
In questi giorni in parecchie zone  di viticultura è iniziata la vendemmia.
Grappoli  d’uva  succulenti brillano al  sole nei vigneti.

 


 


Il periodo di vendemmia varia tra luglio e ottobre (nell'emisfero settentrionale), e dipende da molti fattori, anche se in maniera generica si identifica con il periodo in cui le uve hanno raggiunto il grado di maturazione desiderato, cioè quando nell'acino il rapporto tra la percentuale di zuccheri e quella di acidi ha raggiunto il valore ottimale per il tipo di vino che si vuole produrre.
Se questo parametro è genericamente valido per le uve da tavola, nel caso di uve destinate alla produzione del vino è necessario considerare ulteriori parametri per decidere quando e come vendemmiare.
Il momento della vendemmia può dipendere da:

                  
condizioni climatiche: all'aumentare della latitudine le uve maturano più tardi;
zona di produzione: le uve delle vigne esposte a sud maturano prima di quelle esposte a nord; all'aumentare dell'altitudine le uve maturano prima;
tipo di uva: i vitigni a bacca bianca maturano in genere prima dei vitigni a bacca rossa;
tipo di vino che si vuole ottenere, determinato dalla maggiore o minore presenza di alcuni componenti, quali:
zuccheri, un maggior tenore di zucchero aumenterà il grado alcolico del vino prodotto; inoltre un giusto tenore zuccherino è indispensabile per avviare la fermentazione alcolica;
acidi, le sostanze acide sono necessarie sia per evitare la proliferazione di batteri (e  quindi di malattie), sia per la successiva conservazione del vino;
componenti aromatici, variano durante la maturazione dell'uva, e contribuiscono a determinare le caratteristiche organolettiche del vino.



 



La pigiatura dell’uva con i piedi, nei tini e a tempo di musica: è una delle immagini più romantiche ed evocative delle vendemmia di un tempo, che rappresentava un’occasione di festa, oltre che di lavoro.




 


 


 





 Col progredire della tecnica, vennero messi in commercio tipi di pigiatrici estremamente
raffinate in grado di separare gli acini dal raspo.

  Una buona pigio-diraspatrice, oltre a consentire la separazione del raspo, dovrà pigiare l'uva in modo piuttosto delicato, senza eccessiva forza e in modo tale da non lacerare eccessivamente le bucce evitando la frantumazione dei vinaccioli.
Ne risulterà una mistura composta di liquidi, bucce e semi.
La parte liquida, mosto, contiene acqua, zuccheri e acidi.
Il mosto può essere separato dagli altri componenti per colatura,oppure per schiacciamento
Attraverso un torchio.

Dopo altri importanti passaggi,inizierà la lavorazione del vino che dipende dal tipo di zona
 dal tipo d’uve.


Il risultato finale  sarà un buon bicchiere di vino!!




Cin Cin


Senza esagerare ...mi raccomando!





     Vendemmia e pigiatura dell'uva e riempimento dei contenitori di vino,XVIII dinastia Tomba di Nakht, Tebe




20 commenti:

  1. Quando ero piccolino avevamo provato a fare il vino in garage, pigiandolo con i piedi in un catino, ma l'impresa finì miseramente.Era dell'uva americana mi pare di ricordare.Buon conto alla rovescia......

    RispondiElimina
  2. Quando ero piccolino avevamo provato a fare il vino in garage, pigiandolo con i piedi in un catino, ma l'impresa finì miseramente.Era dell'uva americana mi pare di ricordare.Buon conto alla rovescia......

    RispondiElimina
  3. Il mondo del vino ha un fascino infinito!  Mio figlio, geometra, ne ha fatta una professione. Gestisce un' Enoteca e ama il suo lavoro. Purtroppo io non posso condividere questa sua passione perché sono astemia. Mi vergogno un po' quando vado a mangiare da lui e bevo solo acqua minerale! Il suo socio mi chiama, "mamma degenere" !!!! Mi profetizza una fine con i miei organi arrugginiti per la tanta acqua che bevo!

    RispondiElimina
  4. Il mondo del vino ha un fascino infinito!  Mio figlio, geometra, ne ha fatta una professione. Gestisce un' Enoteca e ama il suo lavoro. Purtroppo io non posso condividere questa sua passione perché sono astemia. Mi vergogno un po' quando vado a mangiare da lui e bevo solo acqua minerale! Il suo socio mi chiama, "mamma degenere" !!!! Mi profetizza una fine con i miei organi arrugginiti per la tanta acqua che bevo!

    RispondiElimina
  5. vuota il bicchier che è pienoriempi il bicchier che è vuotonon lo lasciar mai pienonon lo lasciar mai vuoto

    RispondiElimina
  6. vuota il bicchier che è pienoriempi il bicchier che è vuotonon lo lasciar mai pienonon lo lasciar mai vuoto

    RispondiElimina
  7. Cara Daniela,quando si parla di vino io sono sempre interessato e già oggi ho fatto un brindisi alla tua casa ristrutturata con un buon bicchiere di Vitovska.(Vitigno autoctono della Venezia Giulia e della vicina Slovenia)Ciao,f.

    RispondiElimina
  8. Cara Daniela,quando si parla di vino io sono sempre interessato e già oggi ho fatto un brindisi alla tua casa ristrutturata con un buon bicchiere di Vitovska.(Vitigno autoctono della Venezia Giulia e della vicina Slovenia)Ciao,f.

    RispondiElimina
  9. @paracchini,Ah ecco perché ...era americana! ihihih@diggiu,peccato...astemia!!!@pociachi,bella questa tiretera!!!@coloratissimo,Cin cin!

    RispondiElimina
  10. @paracchini,Ah ecco perché ...era americana! ihihih@diggiu,peccato...astemia!!!@pociachi,bella questa tiretera!!!@coloratissimo,Cin cin!

    RispondiElimina
  11. Grazie di questo tuo ripercorrere le varie tappe che portano al vino: noi lo produciamo quindi mi ci sono un po' ritrovato...BUONA GIORNATA, Ciao daniela.Giò

    RispondiElimina
  12. Grazie di questo tuo ripercorrere le varie tappe che portano al vino: noi lo produciamo quindi mi ci sono un po' ritrovato...BUONA GIORNATA, Ciao daniela.Giò

    RispondiElimina
  13. @mnsdm33,Ciao Giò, sono contenta di sentirti!!!Be, allora non mi sgridare se ho saltato qualche passaggio nella descrizione per produrre buon vino!Un abbraccio !Dani

    RispondiElimina
  14. @mnsdm33,Ciao Giò, sono contenta di sentirti!!!Be, allora non mi sgridare se ho saltato qualche passaggio nella descrizione per produrre buon vino!Un abbraccio !Dani

    RispondiElimina
  15. Io l'ho pigiata veramente coi piedi, nel tino l'uva! Bei ricordi di vecchi tempi.Brindiamo alla tua casa, cara Daniela!!!!!Luiss ti saluta assieme a Thelma 

    RispondiElimina
  16. Io l'ho pigiata veramente coi piedi, nel tino l'uva! Bei ricordi di vecchi tempi.Brindiamo alla tua casa, cara Daniela!!!!!Luiss ti saluta assieme a Thelma 

    RispondiElimina
  17. @Thelma_Luiss,Grazie a tutti e 2@ brunamaria,cara Bruna non sono un'esperta, ma mi piacerebbe esserlo.Apprezzo il buon vino!Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  18. @Thelma_Luiss,Grazie a tutti e 2@ brunamaria,cara Bruna non sono un'esperta, ma mi piacerebbe esserlo.Apprezzo il buon vino!Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  19. Splendida spiegazione della storia dell uva che adoro mangiare...sempre desta Dany tvb. un sorriso grande

    RispondiElimina
  20. Splendida spiegazione della storia dell uva che adoro mangiare...sempre desta Dany tvb. un sorriso grande

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·