lunedì 25 gennaio 2010

I ricordi


 





Uno dei segreti della felicità
è
avere poca memoria!

(Rita Mae Brown)

* * *

Tempo fa un amico, parlando delle situazioni della vita,
mi disse  che a lui succedeva di dimenticare molto facilmente
ciò che gli accadeva, anche avvenimenti belli, particolari,  nelle amicizie,
fra colleghi, nella famiglia...
Quindi non soffriva di nostalgie o mancanza di presenze, anche
significative nella sua vita.
Io, per la verità , non ci credevo molto, ma alla luce di alcuni fatti accaduti,
ho capito che diceva  il vero!










 


18 commenti:

  1. Aggiungo: e si rompe meno le balle, se sei una paranoica come me, che si ricorda tutto! ;-P

    RispondiElimina
  2. Aggiungo: e si rompe meno le balle, se sei una paranoica come me, che si ricorda tutto! ;-P

    RispondiElimina
  3. Aggiungo: e si rompe meno le balle, se sei una paranoica come me, che si ricorda tutto! ;-P

    RispondiElimina
  4. E' la storia che differenzia le persone e le rende uniche.Eliminare la memoria è come tagliare le radici ad un albero. Lo condanniamo a morire.

    RispondiElimina
  5. E' la storia che differenzia le persone e le rende uniche.Eliminare la memoria è come tagliare le radici ad un albero. Lo condanniamo a morire.

    RispondiElimina
  6. E' la storia che differenzia le persone e le rende uniche.Eliminare la memoria è come tagliare le radici ad un albero. Lo condanniamo a morire.

    RispondiElimina
  7. L'ho ricordata anche da Regina.

    Questa notte sognai Guccini (quello di canzone per un'amica, di Dio è morto, della locomotiva, di Auschwitz) che cantava con un bambino. Era un video musicale. L'inquadratura era sul tavolo, ove stavano delle foglie rosse messe in circolo, né a forma di cuore né a forma di pianta. A circolo e basta in modo naturale. Foglie di una stella di natale.

    La canzone era una sorta di poesia recitata, in cui si si domandava se ami e se vuoi bene alla pianta. Se gli vuoi bene allora devi coltivarla nel tempo e seguirla, accudirla. Poi verrà il tempo in cui perderà le foglie e la seguirai e la guarderai, poi verrà il tempo in cui ancora la pianta metterà le sue foglie. E tu le dovrai sempre volere bene.

    Io l'ho scritta male perché non la ricordo bene la poesia. Però il senso era questo.

    I ricordi vanno sempre ricordati e coltivati per Dio.

    RispondiElimina
  8. L'ho ricordata anche da Regina.

    Questa notte sognai Guccini (quello di canzone per un'amica, di Dio è morto, della locomotiva, di Auschwitz) che cantava con un bambino. Era un video musicale. L'inquadratura era sul tavolo, ove stavano delle foglie rosse messe in circolo, né a forma di cuore né a forma di pianta. A circolo e basta in modo naturale. Foglie di una stella di natale.

    La canzone era una sorta di poesia recitata, in cui si si domandava se ami e se vuoi bene alla pianta. Se gli vuoi bene allora devi coltivarla nel tempo e seguirla, accudirla. Poi verrà il tempo in cui perderà le foglie e la seguirai e la guarderai, poi verrà il tempo in cui ancora la pianta metterà le sue foglie. E tu le dovrai sempre volere bene.

    Io l'ho scritta male perché non la ricordo bene la poesia. Però il senso era questo.

    I ricordi vanno sempre ricordati e coltivati per Dio.

    RispondiElimina
  9. L'ho ricordata anche da Regina.

    Questa notte sognai Guccini (quello di canzone per un'amica, di Dio è morto, della locomotiva, di Auschwitz) che cantava con un bambino. Era un video musicale. L'inquadratura era sul tavolo, ove stavano delle foglie rosse messe in circolo, né a forma di cuore né a forma di pianta. A circolo e basta in modo naturale. Foglie di una stella di natale.

    La canzone era una sorta di poesia recitata, in cui si si domandava se ami e se vuoi bene alla pianta. Se gli vuoi bene allora devi coltivarla nel tempo e seguirla, accudirla. Poi verrà il tempo in cui perderà le foglie e la seguirai e la guarderai, poi verrà il tempo in cui ancora la pianta metterà le sue foglie. E tu le dovrai sempre volere bene.

    Io l'ho scritta male perché non la ricordo bene la poesia. Però il senso era questo.

    I ricordi vanno sempre ricordati e coltivati per Dio.

    RispondiElimina

  10. Cara Daniela,i ricordi siamo noi stessi,perderli o dimenticarli e come perdere un pezzo di noi. Io non sono un nostalgico, sono sempre proiettato al domani che amo affrontare assieme al mio passato.
    Felice giorno.fulvio

    RispondiElimina

  11. Cara Daniela,i ricordi siamo noi stessi,perderli o dimenticarli e come perdere un pezzo di noi. Io non sono un nostalgico, sono sempre proiettato al domani che amo affrontare assieme al mio passato.
    Felice giorno.fulvio

    RispondiElimina

  12. Cara Daniela,i ricordi siamo noi stessi,perderli o dimenticarli e come perdere un pezzo di noi. Io non sono un nostalgico, sono sempre proiettato al domani che amo affrontare assieme al mio passato.
    Felice giorno.fulvio

    RispondiElimina
  13. @ kagome2009,
    @ laprimaparola;
    @ paracchini;
    @ coloratissimo;
    Grazie

    RispondiElimina
  14. @ kagome2009,
    @ laprimaparola;
    @ paracchini;
    @ coloratissimo;
    Grazie

    RispondiElimina
  15. @ kagome2009,
    @ laprimaparola;
    @ paracchini;
    @ coloratissimo;
    Grazie

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·