martedì 22 dicembre 2009

E nevica...




Quando di sera nevica

Quando la sera nevica
ogni suono è ovattato
e il silenzio del mondo
ti giunge inalterato.
E sa, senza guardare,
che deve nevicare nel buio della sera:
Quando la sera nevica
e tu cammini a caso,
senti l'aria che punge
e ti pizzica il naso,
 e ti arrossa i ginocchi:
la neve scende a fiocchi
nel buio della sera.
(K.Jackson)


10 commenti:

  1. Ho appena finito di spalare un po' la neve.

    Ieri sera sono partito da Milano alle 16 e sono arrivato casa alle 21. Una depressione. Ero così contento di aver preso le catene già dallo scorso anno, quindi ero premunito. Ieri non sono riuscito a mettere le catene. O almeno, le ho rimesse una casino di volte, poi si staccavano, le perdevo per strada!!! E in salita poi si sono staccate un'altra volta, e quando le ho messe poi si sono rotte!!!! Un disastro!! Quindi sono arrivato casa ghiacciato, bagnato, con le auto che passavano e schizzavano tutta la neviglia.
    Poi ero in salita che tribulavo per mettere le mie catene, e si ferma un ragazzo che vuole aiuto da me. Lo aiuto, ma le sue catene, capisco, non sono della misura giusta, per cui glie le rismonto.

    A volte penso di non essere stato progettato per la vita normale. Non è possibile non riuscire a fare una cosa così normale come mettere delle catene che ci vorrebbero solo 3 MINUTI!!!!

    La neve è molto bella, mi piace un casino. Però ora non ho molta voglia di fare le foto né il video.
    ciaoo

    RispondiElimina
  2. Non sempre le cose vanno per il verso giusto, non ti spazientire!
    Ieri con la neve che scedeva copiosamente c'era caos dappertutto.
    Però era uno spettacolo!
    Buona serata Ric!

    RispondiElimina
  3. Una poesia proprio in tema!
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Cara Daniela, concludo un momento la storia delle catene.

    Sai il bello di tutta la vicenda qual era? Sul messalino avevo letto: rifletti su tutto quello che Dio oggi fa per te nella vita.

    Allora io seguivo ogni cosa con molta attenzione, per cui alla fine, devo ammetterlo, tutti quei disagi li vivevo in un modo diverso: perdo le catene, devo ripercorrere tutta la strada a piedi per ritrovarle, la strada innevata, lascio la macchina accesa in mezzo alla corsia e me ne vado in giro come se nulla fosse, non le trovo, poi le ritrovo, scendo varie volte dalla macchina, nevica, addirittura mi fermo in salita, passano le auto di fianco, sgommano sulla neve e mi schizzano tutto, e un tizio mi chiede aiuto a me (a me?!? il più imbranato di tutti?), lo aiuto a mettere le catene ma le sue catene sono sbagliate, e poi lascio la macchina ad un certo punto, e faccio la strada a piedi, con dei sacchetti pesanti che non è neppure roba mia, e i guanti non li posso mettere che sono tutti bagnati, e mi si ghiacciano le dita dal freddo, cammino dritto sulla strada che non ce la faccio più e arrivo davanti casa che le braccia non mi reggono più e le mani non le sento più.
    Che non posso neppure lavarle per un bel po' di tempo per evitare uno shock caldo-freddo.

    Beh, in tutto ciò pensavo a quante belle cose ha fatto oggi Dio per me.

    Avrei mai potuto penare così tanto? Avrei mai potuto vivere l'inverno così, la neve così, vedere la notte così, sentire così il freddo e il gelo, aiutare chi non so aiutare ma aiutarlo ugualmente, andare a letto sfinito?

    Per quanto riguarda le catene, mi disse ben bene Mariangela: non sei tu che non sei stato progettato per le cose normali come le catene da neve. Sono le catene da neve che non sono state studiate per gli uomini. Ecco, tutto torna.
    Pace e Bene

    *+*

    RispondiElimina
  5. La storia della neve e delle catene mi ha appassionato.Ho ripensato a quando ero un'artista a montarle e una volta ho pure forato, che non è uno scherzo, di notte, su una strada di montagna, con la neve che continuava a cadere. Ma il bello è che solo oggi, che non sono più in grado di fare niente di tutto ciò di cui andavo fiera, mi godo tutto quello che viene dal cielo e ne ringrazio il Signore.

    RispondiElimina
  6. http://www.oser-gmbh.ch/images/AnimatedFire_small.gif

    RispondiElimina
  7. @ emmelania;
    ciao Emme, ne scende di neve!
    Grazie
    @ paracchini;
    Ric, sembra il film"odissea nello spazio", ti sei chiesto se, forse, quell'oggi  a cui hai fatto riferimento riguardo a Dio  cosa avrebbe fatto per te,intendeva proprio oggi ,oppure era "oggi" in senso in questo momento della tua vita?
    Mmh...non so se sono stata molto chiara... forse no!
    @ mamiblu;
    Grazie!! Un abbraccio!
    @ laprimaparola;
    Mi viene in mente: Quando ero bambino pensavo da bambino,agivo da bambino , ma ora...
    Grazie Anto ,buona serata!!



    Dani

    RispondiElimina
  8.  Daniela, credo che fosse oggi nel senso di qualsiasi istante della vita, dal camminare andando nella pozzanghera di neve alla macchina che schizza tutta la fanghiglia di neve, alle mani ghiacciate.... Le ho unite tutte,,, poi come vedi mi hai dato lo spunto, il raccontarlo, per farne un post di riflessione

    RispondiElimina
  9. @ paracchini,
    Hai ragione , e comunque ognuno di noi ha la sua sensibilità.
    Grazie

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·