giovedì 24 gennaio 2019

Restiamo umani vi prego!



Nella settimana della memoria,  dove si commemorano le vittime del nazismo in Italia, ma anche delle leggi razziali italiane, e tutti coloro che si opposero ed aiutarono le vittime, ecco che si sta verificando un altro atto disumano.

Per effetto del Decreto sicurezza. i migranti dal Cara,vengono Trasferiti  da Roma alla Campania e Basilicata. Entro sabato saranno 305. A fine mese scade la convenzione con la cooperativa Auxilium e gli ultimi 250 non si sa che fine faranno- infine il 31 gennaio saranno fuori tutti e 550. Quel giorno il Cara chiuderà, come deciso dal Viminale. 

Il centro, attivo da oltre 10 anni, si è distinto per i progetti di integrazione che ha portato avanti, come ricorda lo stesso Comune. 

«Dopo tanti anni d'impegno della comunità locale mi pare assurdo interrompere progetti di integrazione bene avviati con la partecipazione di tanti cittadini e volontari delle diocesi», spiega il vescovo della diocesi di Porto e Santa Rufina, Gino Reali: «Anche il metodo di trasferimento non mi pare dignitoso per donne, uomini e bambini che hanno alle spalle storie drammatiche». E ancora: «Quale futuro offriamo a queste persone? Quale immagine di civiltà stiamo dando? Prego per questa gente perché non perda la speranza e trovi la giusta accoglienza», conclude il vescovo. E qui al Cara non lo hanno dimenticato, nessuno, nemmeno gli islamici: papa Francesco volle venire proprio il 22 marzo 2016, Giovedì santo, a lavare i piedi ad alcuni richiedenti asilo.

Alcune Diocesi si sono prese incarico di ospitare a proprie spese o a spese dei comuni alcuni migranti, molti cittadini si offrono per ospitare queste persone.




Avvenire.It

Tavolo Asilo. Il Tavolo Asilo esprime "sconcerto e indignazione per la modalità con cui è gestita la chiusura del Cara. Ancora una volta - scrive il Tavolo Asilo - stanno emergendo le contraddizioni e l'inadeguatezza delle misure adottate nella gestione dell'accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Con brevissimo preavviso, ad oltre 300 persone ospiti del centro, tra cui 14 minorenni, è stato comunicato che saranno obbligate a lasciare la struttura entro il 31 gennaio.
 I primi trasferimenti fuori regione sono iniziati già ieri e continueranno nei prossimi giorni, senza tener conto dei percorsi d'inclusione, scolastici, lavorativi e di formazione, intrapresi. Tra gli ospiti del centro, inoltre, ci sono uomini e donne ai quali, a causa del trasferimento, sarà impedito di proseguire i percorsi di riabilitazione e di cura per le violenze subite in Libia.
 Non tutti, però, troveranno accoglienza altrove: sono circa 150 i titolari di permesso di soggiorno per motivi umanitari ai quali la legge non garantisce alcuna soluzione alternativa e che rischiano di finire nella marginalità, lasciati per strada, tra questi diversi vulnerabili. Spiace costatare che ancora una volta non è tenuto in alcuna considerazione l'interesse delle persone e delle comunità coinvolte".

"Facciamo appello al Presidente del Consiglio, al Governo e al Parlamento - oltre che alle istituzioni locali - affinché sia garantita a tutte le persone coinvolte una valutazione individuale dei percorsi di integrazione... ; che sia garantita a tutti i minorenni iscritti a scuola la continuità del percorso di istruzione e che nessuno sia lasciato per strada".

Scrive il Tavolo Asilo Nazionale, composto da: A Buon Diritto, ACLI, ActionAid, Amnesty International Italia, ARCI, ASGI, Associazione Papa Giovanni XXIII, Casa dei Diritti
Sociali, Centro Astalli, CIR, CNCA, Comunità di Sant'Egidio, Emergency, Federazione Chiese Evangeliche in Italia, Intersos,
Legambiente, Mèdicins du Monde Missione Italia, Medici per i Diritti Umani, Medici Senza Frontiere, Oxfam Italia, Save the
Children, Senza Confine del Tavolo Asilo Nazionale.

Unicef. "Lo sgombero del Cara di Castelnuovo di Porto, pur essendo formalmente legittimo alla luce del decreto Sicurezza (L. 132/2018), interrompe in modo traumatico i percorsi di inclusione sociale, istruzione e formazione per tanti bambini e ragazzi". Così Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia. "Bambini e ragazzi che frequentavano le scuole e i centri estivi, che svolgevano attività di volontariato, che avevano stretto amicizia e legami affettivi con i coetanei italiani - continua - si trovano improvvisamente gettati fuori dal loro ambiente e proiettati nell'ignoto, a ricominciare da zero ma gravati dal peso di un'esperienza che non potrà non lasciare una ferita dentro di loro". 

 Cerchiamo ognuno di noi di tirar fuori la propria”umanità”




giovedì 17 gennaio 2019

La manutenzione dell'amore - Alessandro D'Avenia





Ognuno può ricevere amore solo nella lingua in cui riesce a comprenderlo: la porta delle persone si apre solo con la chiave adatta alla loro storia, non esiste il passepartout. E la persona, nella sua unicità, emerge e si consolida solo quando si sente dare del tu dall’amore

 La manutenzione dell’amore - Alessandro D’Avenia



martedì 15 gennaio 2019

Swap auguri di Natale




Anche quest’anno ho partecipato alla bellissima iniziativa di Fioredicollina. Swap Auguri di Natale.

C’è sempre emozione a preparare dei biglietti augurali, scrivere un pensiero, spedire, e stare ad aspettare il postino se infila nella buca delle lettere, posta per me.

Ora voglio condividere con voi i biglietti ricevuti, ringraziando, le amiche/amici blogger,che mi hanno allietato con i loro messaggi.

Grazie a Fiore, per la sua disponibilità.








Ricevuti da  Fiore dal  blog https://fioredicollina.blogspot.com/
  
da Carmela e Davide del blog http://pyrosepatch.blogspot.com/




mercoledì 9 gennaio 2019

Ricordando Fabrizio De Andrè


Canzone dell’amore perduto
Fabrizio De Andrè

Ricordi sbocciavan le viole 
con le nostre parole 
"Non ci lasceremo mai, mai e poi mai", 

vorrei dirti ora le stesse cose 
ma come fan presto, amore, ad appassire le rose 
così per noi 

l'amore che strappa i capelli è perduto ormai, 
non resta che qualche svogliata carezza 
e un po' di tenerezza. 

E quando ti troverai in mano 
quei fiori appassiti al sole 
di un aprile ormai lontano, 
li rimpiangerai 

ma sarà la prima che incontri per strada 
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato, 
per un amore nuovo. 

E sarà la prima che incontri per strada 
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato, 
per un amore nuovo. 





sabato 5 gennaio 2019

«Siamo Venuti per Adorare il Signore»



Ti adoreranno, Signore, tutti i popoli della terra.

 O Dio, affida al re il tuo diritto,
al figlio di re la tua giustizia;
egli giudichi il tuo popolo secondo giustizia
e i tuoi poveri secondo il diritto.
Nei suoi giorni fiorisca il giusto
e abbondi la pace,
finché non si spenga la luna.
E dòmini da mare a mare,
dal fiume sino ai confini della terra.
I re di Tarsis e delle isole portino tributi,
i re di Saba e di Seba offrano doni.
Tutti i re si prostrino a lui,
lo servano tutte le genti.
Perché egli libererà il misero che invoca
e il povero che non trova aiuto.
Abbia pietà del debole e del misero
e salvi la vita dei miseri.

Salmi (71/72, 1- 2-7-8- 10-13)

venerdì 4 gennaio 2019

Sunchine Blogger Award




Sunshine Blogger Award 2018 /2019




Sunshine Blogger Award è un premio virtuale che viene assegnato a coloro che, attraverso i propri blog, riescono a trasmettere gioia e positività.

Ringrazio Fiore  del blog  https://fioredicollina.blogspot.com/che mi ha nominata, la motivazione trasmettere gioia e positività mi piace molto, dunque, grazie Fiore!

QUALI SONO LE REGOLE DEL SUNSHINE BLOGGER AWARD? 

1 - Ringraziare chi ti ha nominato fornendo il link al suo sito; 
2 - Rispondere alle 11 domande; 
3 - Nominare altri 11 blogger che dovranno rispondere alle stesse o ad altre 11 domande; 
4 - Informare gli 11 candidati commentando un loro post sui Social/ blog o taggandoli; 
5 - Elencare le regole del premio e mostrare il logo del sole.

ECCO LE RISPOSTE ALLE DOMANDE :

1- Di cosa parla il vostro blog e com'è strutturato?

Il mio blog è nato come una sorta di diario, dove scrivo i miei pensieri, dove parlo della mia famiglia dei  miei mici, parlo di Dio, della natura e del creato, tutto ciò che mi circonda.
Trascrivo  le poesie che mi piacciono, che fanno volare la mia fantasia, e attraverso le immagini chi passa a trovarmi   può capire i miei pensieri.

2 - Passione vuol dire...?


La passione è un sentimento impetuoso, che coltivi con la curiosità di sapere, di fare, d’imparare.
Ti dedichi alle cose che ti fanno stare bene, io amo leggere, cucinare, occuparmi di bambini , di animali,e ciò lo faccio con passione


3 - Cosa fate per rilassarvi?

Prendo un libro, mi metto in poltrona, e sulle gambe i miei mici!


 4 - Qual è stato l'ultimo viaggio che avete fatto per piacere? 

Risale a qualche anno fa, sono stata in Tunisia.


 5 - Di solito viaggiate da soli o in gruppo?

Con mio marito, e a volte in compagnia di amici.


6 - Qual è il posto che sognate di visitare da sempre

Mi piacerebbe molto andare in Terra Santa


7 - Parliamo di libri: qual è l'ultimo libro che avete letto?

L’amica geniale di Elena Ferrante


 8 - Qual è il vostro genere di libri preferito? 

Mi piacciono i saggi, i libri storici, i romanzi e le biografie dei Santi e in primis il Vangeli.


 9 - Quanto e cosa vi piace condividere delle vostre esperienze sui social?

Mi piace condividere  avvenimenti e notizie di ciò che accade nel mondo.


 10 - Che rapporto avete con il luogo in cui vivete? 

Bellissimo, abito si può dire in periferia, attorno a me c’è molto verde.


11 - Cosa vi piacerebbe che venisse valorizzato?

Credo nulla, perché il verde è curato e alcune scolaresche hanno piantato fiori e alberi da frutto, e ogni tanto si sente il loro vociare festoso, vi è vicino una casa di riposo per anziani e disabili, la chiesa, e ho dei vicini di casa meravigliosi.


 I  7  NOMINATI (11 non ne avevo)












Ho nominato 7 blogger che conosco bene , però invito anche chi si sente positivo e in spirito col premio a farselo suo e ....prenderlo basta che rispetti le regole!  

LE DOMANDE CUI DOVRETE RISPONDERE
Le stesse alle quali ho risposto io.

Passerò a leggervi, ciao!



martedì 1 gennaio 2019

Veglia in preghiera


Nella notte trascorsa una veglia di preghiera per la Pace.



Nulla in mundo pax sincera
sine felle; pura et vera,
dulcis Jesu, est in te.
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris sola spe.

Nessuna pace, nel mondo, è sincera, senza rancore; pura e vera pace in te, dolce Gesù.
Tra pene e tormenti vive contenta l’anima, nella sola speranza del [tuo] casto amore.





 Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.
Io mi glorio nel Signore:
i poveri ascoltino e si rallegrino.

Magnificate con me il Signore,
esaltiamo insieme il suo nome.
Ho cercato il Signore: mi ha risposto
e da ogni mia paura mi ha liberato.

Guardate a lui e sarete raggianti,
i vostri volti non dovranno arrossire.
Questo povero grida e il Signore lo ascolta,
lo salva da tutte le sue angosce.

L'angelo del Signore si accampa
attorno a quelli che lo temono, e li libera.
Gustate e vedete com'è buono il Signore;
beato l'uomo che in lui si rifugia.

Temete il Signore, suoi santi:
nulla manca a coloro che lo temono.
I leoni sono miseri e affamati,
ma a chi cerca il Signore non manca alcun bene.

Venite, figli, ascoltatemi:
vi insegnerò il timore del Signore.
Chi è l'uomo che desidera la vita
e ama i giorni in cui vedere il bene?

Custodisci la lingua dal male,
le labbra da parole di menzogna.
Sta' lontano dal male e fa' il bene,
cerca e persegui la pace.

                                                              Salmo 34




…La pace, in effetti, è frutto di un grande progetto politico che si fonda sulla responsabilità reciproca e sull’interdipendenza degli esseri umani. Ma è anche una sfida che chiede di essere accolta giorno dopo giorno. La pace è una conversione del cuore e dell’anima, ed è facile riconoscere tre dimensioni indissociabili di questa pace interiore e comunitaria:
- la pace con sé stessi, rifiutando l’intransigenza, la collera e l’impazienza e, come consigliava San Francesco di Sales, esercitando “un po’ di dolcezza verso sé stessi”, per offrire “un po’ di dolcezza agli altri”;
- la pace con l’altro: il familiare, l’amico, lo straniero, il povero, il sofferente…; osando l’incontro e ascoltando il messaggio che porta con sé;
- la pace con il creato, riscoprendo la grandezza del dono di Dio e la parte di responsabilità che spetta a ciascuno di noi, come abitante del mondo, cittadino e attore dell’avvenire.

Dal Messaggio di Papa Francesco per la giornata della pace 2019: «La buona politica è al servizio della pace»



lunedì 24 dicembre 2018

Quarta domenica d'Avvento





Maria, insegnaci il silenzio dell’accoglienza
e la prontezza nel compiere il bene
per poter riconoscere, come te,
l’azione dello Spirito anche nella nostra vita.

Conduci, o Maria, noi tuoi figli,
sulla via delle virtù, quali
l’umiltà, la fortezza e la carità.

Beata, perché hai creduto,
rendi il nostro cuore e la nostra mente
docili all’annuncio.

La Parola di Dio ci guidi premurosi
nel cammino verso i fratelli,
per essere come te nell’amore,
presenza di consolazione e di speranza.

mercoledì 19 dicembre 2018

Novara in veste Natalizia..







Piazza Duomo











Piazza Martiri al crepuscolo


                                                                     
                                                                         Piazza Cavour





Piazza Martiri
e Teatro Coccia










                                                                             
                                                                        Broletto


                                                                       Centro storico



Decorazioni negozi



Papà albero, mamma neve e Papà Natale sui trampoli



Barriera Albertina




                                                             Piazza Martiri diurna


Oggi nevica!


domenica 16 dicembre 2018

Gaudete




Che cosa dobbiamo fare?

È la domanda rivolta a Giovanni e fa riflettere anche noi oggi.

Ed ecco la risposta di Gesù, ce la dice anche Giovanni: “Coraggio, Io-sono.con-te, pulisci la tua aia, fa chiarezza nella tua mente, spazza via pregiudizi e convenzioni, pensa con il cuore”.
Gesù è il Dio-con-noi, ascoltiamo la sua parola, che ci dona speranza, che ha sempre un buon suggerimento da darci per poter essere felici  far felici gli altri.
(Lc 3,10-18)


Buona settimana!




venerdì 7 dicembre 2018

Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria


«RALLEGRATI, PIENA DI GRAZIA, IL SIGNORE È CON TE»






Maria, rendi il mio amore sorridente, perché sia ancor più ricco di amore! Fa in modo che il mio sorriso, possa esprimere la più pura bontà!

Insegnami a dimenticare con un sorriso le mie preoccupazioni e le mie pene, per prestare attenzione soltanto alle gioie degli altri.

Il mio volto sorridente renda i miei contatti col prossimo più cordiali e più caldi di fraternità.

Conservami il sorriso nelle ore dolorose, perché anche in quei momenti io possa continuare a donarmi al prossimo.

Aiutami a custodire in fondo al cuore quella gioia di amare che si manifesta attraverso il sorriso.

Insegnami, Maria, a servire il Signore, con gioia, sorridendo, a qualunque costo.
Amen



domenica 2 dicembre 2018

Avvento




Avvento tempo d’attesa, non una attesa oziosa, passiva, ma attiva.
 In questo tempo d’attesa si rende possibile il nostro incontro quotidiano con il Signore.
Tempo opportuno per guardarci dentro e fare  spazio libero per  lasciare entrare il Bambino di Betlemme

Buon Avvento!